FAST: STUDENTI ITALIANI VINCONO IN TURCHIA E STATI UNITI

FAST: STUDENTI ITALIANI VINCONO IN TURCHIA E STATI UNITI

MILANO\ aise\ - Continua la scia dei successi ottenuti all’estero da ragazze e ragazzi eccellenti selezionati dalla Fast con la 30a edizione de “I giovani e le scienze 2018” e inviati a rappresentare il nostro paese nei concorsi internazionali.
A Oksef, in Turchia, sono stati premiati sei studenti con tre progetti; tutti saliti sul podio per ricevere due medaglie d’oro e il certificato del 4° posto. I due principali riconoscimenti sono andati a “Plexiglas: da vetro sintetico a resina di scambio cationico”, presentato da Elisa Ausili, Noor Gholam Hazrat Hojat e Lorenzo Soverchia, del 5° anno dell’IIS Galilei di Jesi; ed “Health App: è arrivato il momento di riposarmi o di muovermi?”, di Michele Galliano dell’Istituto salesiano Agnelli di Torino, già premiato a Milano dalla Salvetti Foundation.
Condivisibile e molto soddisfatto il commento di Stefano Salvetti, presidente della fondazione: “La medaglia d’oro a Michele diventa incoraggiamento a proseguire il sostegno ai giovani, aiutarli a costruirsi un futuro di successo”.
Ha ottenuto il 4° premio il lavoro di Ennur Zen Vukovic e Riccardo Inzaina dell’Istituto Mossa di Olbia “L’estratto delle foglie di olivo e i suoi effetti benefici sulla pressione arteriosa”.
“Ritengo rilevante anche il risultato conseguito alla competizione GENIUS Olympiad di Oswego, New York, dato il numero e la qualità dei lavori presenti: 1320 partecipanti da 73 paesi dei cinque continenti con oltre 800 lavori”, commenta Alberto Pieri, responsabile del concorso “I giovani e le scienze” della Fast e presente alla manifestazione negli Stati Uniti. I due progetti presenti hanno conquistato il terzo posto con medaglia di bronzo e il certificato di menzione.
La medaglia è stata assegnata a Lucio Passerini del Rainieri di Piacenza e autore di “Dalle Ande agli Appennini: quinoa a km. 0”. La menzione è andata invece a “T.A.P.: message in a plant” di Lorenzo Benedettini e Lorenzo Tabarrini dell’Itis Belluzzi-Da Vinci di Rimini.
“Questi risultati”, commenta il presidente della Fast e coordinatore della Giuria de I giovani e le scienze Roberto Cusolito, “spero siano di incoraggiamento per gli altri appuntamenti internazionali. I nostri ragazzi, infatti, sono tra l’altro attesi a: Yakutsk in Russia, Danzica in Polonia, Chongqing in Cina, Dublino in Irlanda, Novo Hamburgo in Brasile, Zacatecas in Messico, Taipei a Taiwan. E come sempre vincano i migliori”.
Sul sito della Fast (www.fast.mi.it) è disponibile il bando per la prossima edizione del concorso. La scadenza per l’invio delle proposte è fissata per il 1° febbraio 2019. (aise) 

Newsletter
Archivi