FRIULANI NEL MONDO: SCADE IL 30 MARZO IL BANDO PER IL PROGETTO LAZOS 2018

FRIULANI NEL MONDO: SCADE IL 30 MARZO IL BANDO PER IL PROGETTO LAZOS 2018

UDINE\ aise\ - Creare legami di reciprocità con giovani di origine friulana di Avellaneda e le rispettive famiglie ed incontrare l'ambiente socio-culturale della città. Imparare la lingua spagnola e la cultura Argentina. Visitare i paesaggi naturali e turistici della regione e del Paese. Frequentare la vita scolastica Argentina. Sono gli obiettivi del bando Lazos 2018, un progetto nato nel 2015 nel quadro della cooperazione internazionale tra Regione Friuli Venezia Giulia e città di Avellaneda di Santa Fe, in Argentina, con la collaborazione del Convitto Paolo Diacono di Cividale del Friuli e dell’Ente Friuli nel Mondo. Il bando per le iscrizioni scadrà il 30 marzo.
Città fondata da immigrati friulani nel 1879, Avellaneda di Santa Fe nutre un sentimento di riconoscenza e di legame alla Patrie del Friûl da dove, più di un secolo fa, partirono i propri figli in cerca di un futuro migliore. Anche se sono passati quasi 140 anni, la comunità friulana locale, giunta già alla quarta o quinta generazione, non ha mai dimenticato la terra d’origine mantenendo sempre viva l'identità attraverso la cultura e i valori trasmessi ai discendenti nella nuova terra. La distanza e la mancanza di mezzi di comunicazione, che inizialmente rendevano impossibile il mantenimento dei contatti con i parenti rimasti nella Piçule Patrie, ora grazie al progresso tecnologico non costituiscono più un ostacolo e le giovani generazioni di immigrati friulani hanno ripreso il contatto con la terra dei nonni.
Da molti anni l’Ente Friuli nel Mondo e la Regione Friuli Venezia Giulia offrono diverse possibilità di scambi ai discendenti di friulani nel mondo. Questo ha dato ai cittadini di Avellaneda la possibilità di scoprire la terra dei loro antenati, un'esperienza molto stimolante per tutti coloro che hanno avuto l'opportunità di viaggiare e trovare una comunità in un altro continente con tante identità condivise, contribuendo anche allo sviluppo della comunità e dell’intero territorio.
"Lazos" è una parola spagnola che significa "lacci" o "legami" ed è stata scelta per il progetto con cui si invitano 15 giovani friulani (oppure giovani corregionali all’estero) a visitare il territorio di Santa Fe, in modo che possano imparare la lingua spagnola ed esplorare la cultura di una comunità friulana al nord dell'Argentina, condividendo con ragazzi e famiglie di origine friulana nuovi legami di fraternità e di amicizia.
Gli studenti saranno ospitati nelle case di famiglie di origine friulana, preferibilmente con figli della stessa età. Soggiornare con le famiglie locali darà agli ospiti la possibilità di vivere un'esperienza culturale completa attraverso le lezioni formative e la condivisione della vita quotidiana. Una caratteristica molto particolare di Avellaneda è l'ospitalità e la cordialità della sua gente, caratteristiche che garantiranno ai giovani partecipanti una ricca esperienza culturale che contribuirà non solo alla loro formazione linguistica ma soprattutto alla loro crescita personale.
Il progetto prevede l'organizzazione di corsi specifici su cultura argentina e lingua spagnola (storia, geografia, organizzazione politica, musica, arte, economia, natura) e la visita delle scuole frequentate dai pari età argentini. Ma anche visite al territorio e gite turistiche su alcuni posti di rilevanza internazionale. Ai giovani verrà offerto, a carico dell’organizzazione, un tour per conoscere le attrazioni storiche e geografiche della regione, una visita al capoluogo della Provincia e alla città di Rosario, oltre alle gite locali per conoscere come vivono i corregionali in argentina. Al loro rientro, è prevista una visita guidata alla città di Buenos Aires con pernottamento in albergo a carico dell’organizzazione. Inoltre, a richiesta degli studenti e a carico degli interessati, si potrà organizzare una visita alle Cascate del Iguazú, Patrimonio Naturale dell’Umanità, con il coordinamento e l’accompagnamento dell’organizzazione.
L’organizzazione del soggiorno e le attività intraprese nel territorio si svolgeranno sotto la responsabilità del Comune di Avellaneda in coordinamento con il Centro Friulano di Avellaneda e il sostegno delle istituzioni della città.
Il progetto dura un mese: l’arrivo degli studenti è previsto indicativamente il 7 luglio e il rientro il 7 agosto. È prevista la partecipazione di tre studenti di origine friulana residenti all’estero in Paesi non di lingua spagnola.
I requisiti per partecipare al bando sono: età indicativamente tra i 15 ei 17 anni (gli studenti devono avere al loro rientro in Italia almeno un anno di scuola superiore); residenza nella Regione Friuli Venezia Giulia o corregionali residenti all’estero; conoscenza di base della lingua spagnola; essere in grado di acquistare il biglietto aereo, assicurazione medica e le spese personali; passaporto valido; motivazione a vivere con altri giovani, presso una famiglia e una comunità con abitudini diverse; rispetto delle regole previste nel bando; disponibilità della propria famiglia ad accogliere ai ragazzi di Avellaneda che partecipano del Progetto Studiare in Friuli.
I candidati possono iscriversi via e-mail agli indirizzi: oficina_proyectos@avellaneda.gov.ar e friulanosavellaneda@gmail.com entro e non oltre il 30 marzo 2018. Il 10 aprile verrà comunicata l’accettazione dei partecipanti secondo i posti messi a disposizione. (aise) 

Newsletter
Archivi