GARAVINI (PD): CON GOVERNI PD ITALIA PROTAGONISTA, ORA FORZE POPULISTE CI RIPORTANO INDIETRO

GARAVINI (PD): CON GOVERNI PD ITALIA PROTAGONISTA, ORA FORZE POPULISTE CI RIPORTANO INDIETRO

ROMA\ aise\ - “Grazie alla credibilità restituita all’Italia dai Governi PD, il nostro Paese è tornato ad essere attore nelle decisioni europee. Oggi con una situazione politica stagnante nel paese, dovuta all’evidente incapacità delle forze populiste e antieuropeiste nel formare un esecutivo, rischiamo di perdere questo ruolo di primo piano. E di tornare nell’angolo, come eravamo stati negli anni del centrodestra”. È quanto dichiara Laura Garavini, senatrice PD eletta in Europa, che accusa: “nonostante l’urgenza imposta dall’incalzare degli eventi internazionali, 5stelle e destra continuano a tergiversare, senza assumersi la responsabilità di creare un Governo. Proprio in un momento così cruciale e delicato, queste due formazioni stanno colpevolmente rimandando il compito che è stato affidato loro dagli elettori. E, mentre Di Maio e Salvini continuano, di fatto, a fare campagna elettorale, l’Italia rischia di perdere un’occasione storica”.
“I nuovi equilibri europei che si stanno delineando vedono per l’Italia la possibilità di impegnarsi in prima linea, insieme a Francia e Germania”, annota la senatrice Pd. “Ci sono argomenti sui quali possiamo e dobbiamo dettare noi la visione politica, come accaduto durante il Governo Renzi e Gentiloni. Penso all’immigrazione. O al tema della sicurezza unica europea. L’Europa, come ha sottolineato Macron oggi a Strasburgo, rischia di dividersi a causa di nazionalismi interni agli Stati membri”.
“L’auspicio – conclude Garavini – è che non sia proprio l’Italia, paese fondatore e primo ispiratore di quell’Europa unita immaginata per la prima volta a Ventotene, a lasciarsi impantanare in una posizione di secondo piano rispetto agli altri Stati alleati. Se questo accadesse, quelle forze politiche che si riempiono la bocca di slogan nazionalisti e antieuropei dovrebbero spiegare ai loro elettori che hanno consapevolmente scelto di rendere più debole il loro Paese nello scacchiere internazionale”.(s. della noce\aise) 

Newsletter
Archivi