GIACOBBE (PD) PIANGE LA SCOMPARSA DI GIUSEPPE (JOE) FIN

GIACOBBE (PD) PIANGE LA SCOMPARSA DI GIUSEPPE (JOE) FIN

SYDNEY\ aise\ - "Quando ci lascia un amico, spesso il dolore è pari a quello di un familiare. Buono, onesto ed operoso, amato e stimato da tutti ci lascia le tracce luminose delle sue grandi virtù”.
Comincia in questo modo il messaggio del Senatore Francesco Giacobbe in ricordo di Giuseppe Fin.
Giuseppe (Joe) Fin”, prosegue il Senatore, “lo ricordo come persona estremamente gentile, oserei dire un gentiluomo del passato, un uomo che ha fato dell'impegno per la Comunità uno stile di vita.
Nato a Noventa Vicentina, Vicenza, Il 19/5/1930, ha vissuto dall’età di sei mesi fino a ventisei anni a Runzi, Bagnolo di Po, Rovigo.
Parte dall’Italia, con la nave Oceanía, del LLoid Triestino, il 13 Ottobre del 1956. Arriva a Sydney, Australia, il 15 Novembre 1956.
Uomo cattolico e devoto di San Francesco, nel 1957 comincia l’attività con l’Associazione Cattolica Italiana San Francesco a Leichhardt, Sydney, che lavorava nel campo dell’assistenza volontaria agli emigrati, ammalati e bisognosi. Da allora è sempre stato un membro esecutivo e per molti anni Presidente”.
“Il 23 Novembre del 1958”, ricorda ancora Giacobbe, “sposa Patricia dall’unione nacquero otto figli, sei femmine e poi, due maschi. Rita Maria, Loreta Giuseppina, Anna Luisa, Isabella Francesca, Silvana Caterina, Daniela Giovanna, Alessandro Giuseppe, Mario Gianpietro. Ai quali mi unisco al dolore per questa perdita.
Componente e Presidente del Comites di Sydney, Presidente del locale Coasit, dedito alla Comunità e alla sua famiglia.
L'impegno per la Comunità da parte di Joe è stato riconosciuto negli anni ricevendo numerosi attestati di merito come Commendatore della Repubblica italiana e la medaglia dell’ordine al merito dell’Australia”.
"Con umiltà e costanza”, conclude il Senatore del PD Francesco Giacobbe, “il caro Joe è entrato di diritto nella storia della comunità italiana in Australia, anzi della comunità australiana, per tantissime ragioni fra cui il Suo contributo significativo al processo di integrazione degli italiani in Australia e alla costruzione della società multiculturale.
Joe è un esempio di vita per le nuove generazioni. Ci lascia un gran vuoto ma nel contempo tutto il lavoro svolto per la Comunità non verrà perduto nel suo ricordo". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi