“HELLO, CRISPR!” INCONTRO CON ANNA MEDOLESI E ANNA CERESTO AL MUSE DI TRENTO

“HELLO, CRISPR!” INCONTRO CON ANNA MEDOLESI E ANNA CERESTO AL MUSE DI TRENTO

TRENTO\ aise\ - Sarà aperta al pubblico fino al 9 gennaio 2019 la mostra “Genoma Umano. Quello che ci rende unici” inaugurata lo scorso 23 febbraio al Museo delle Scienze (MUSE) a Trento.
Nell’ambito della mostra il MUSE ospita il prossimo 6 aprile alle 17,45 “Hello, CRISPR!”, un incontro con Anna Meldolesi, giornalista scientifica e autrice di "E l’uomo creò l’uomo” e “la rivoluzione dell’editing genomico" il primo saggio divulgativo sul tema pubblicato in Italia, e la ricercatrice Anna Cereseto (UniTrento), autrice di uno studio rivoluzionario nel campo dell’editing genomico.
La mostra propone un percorso per scoprire quale sono gli elementi biologici che fanno alle persone diverse, i loro talenti e anche la prevenzione delle malattie.
L’esposizione costituisce il progetto espositivo per l’anno 2018 con il quale il Museo intende confermare il proprio ruolo di centro di mediazione di una conoscenza scientifica che mira a rendere il proprio pubblico più consapevole e rispondere ai bisogni della società che necessita di possedere strumenti culturali per discriminare e scegliere tra le varie offerte proposte dalla nuova biologia.
“Genoma umano” è quindi un vero e proprio viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica, una scienza in continua evoluzione che non manca di suscitare interrogativi e dubbi anche sul piano etico, con un focus su opportunità e rischi originati dall’applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti particolarmente sensibili, quali la salute. È un percorso interattivo che consta di supporti multimediali ed exhibit.
Mediante diverse videoproiezioni, strumenti interattivi e un allestimento di grande impatto scenico, grazie anche alla mediazione dell’arte la mostra affronterà tre questioni fondamentali sul nostro patrimonio genetico: quanto conta il DNA; quali altri fattori intervengono nella sua definizione (ad esempio ambiente e stili di vita); come e quanto possiamo intervenire per modificarlo.
La mostra ospiterà prossimo 6 aprile l’incontro con Anna Meldolesi e Anna Cereseto.
Laureata in Biologia all'Università di Bologna, Meldolesi ha conseguito un Master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste. Scrive regolarmente sul Corriere della Sera, il cui sito web pubblica il suo Blog Lost in Galapagos. È stata cofondatrice della rivista Darwin e collaboratrice di Nature Biotechnology. Nel 2000 ha vinto il Premio Marino Golinelli, European Award for Journalism in Genetics. Tra i suoi libri, Organismi geneticamente modificati. Storia di un dibattito truccato(2001), Mai nate. Perché il mondo ha perso 100 milioni di donne(2011) e Elogio della nudità (2015). E autrice del libro “e l'uomo creò l'uomo” e la ricercatrice

Laureata in Scienze Biologiche nel 1990 presso l’Università di Genova, Anna Cereseto ha ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca in Molecular Biology International Education Evaluation presso Charlotte, NC, USA. Dal 2010 è professore associato presso l’Università di Trento, laboratorio di Virologia Molecolare. Ha trascorso vari periodi di ricerca negli USA, presso il National Institute of Health (NIH), alla Cornell University a New York, e al Mount Sinai School of Medicine sempre a New York. Rientrata in Italia, ha lavorato dal 1999 al 2001 all’Istituto Superiore di Sanità a Roma; successivamente, dal 2001 al 2003, presso l’ICGEB di Trieste e dal 2003 è stata ricercatore a tempo determinato alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Si interessa dello studio dei meccanismi di trasformazione cellulare, dei meccanismi cellulari o virali che determinano anomalie di proliferazione ed è impegnata in studi su genome editing, materia oggi di avanguardia (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi