“IDENTITÀ NEL WEB E REPUTAZIONE ON LINE”: A TOKYO LA CONFERENZA PROMOSSA DALLA ICCJ

“IDENTITÀ NEL WEB E REPUTAZIONE ON LINE”: A TOKYO LA CONFERENZA PROMOSSA DALLA ICCJ

TOKYO\ aise\ - Nell’era digitale, la reputazione on line sia dei privati che delle aziende costituisce il nostro primo biglietto da visita; monitorare e proteggere in rete l’identità personale e i marchi aziendali è divenuta una esigenza primaria. Di questo si parlerà nella conferenza “Identità nel web e reputazione on line: il biglietto da visita per privati e aziende" promossa dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone domani, 1° maggio, nella sede camerale a partire dalle 11.00.
“Ad oggi nulla è così a rischio come la reputazione stessa: chi decide infatti la nostra identità nel web? Noi? Google? Le testate on Line? E dal lato imprenditoriale, come può un’azienda non rischiare violazioni del proprio brand? È possibile difendersi dalla contraffazione dei propri marchi e prodotti e dalla confusione del consumatore di fronte ad un sito clone o un domain grabbing?”, si legge nella presentazione della conferenza.
“Violazioni della proprietà intellettuale on line, della privacy, del diritto all’oblio, pubblicazioni di immagini private o di dati personali senza il nostro consenso sono all’ordine del giorno e molto spesso non si sa come prevenire o difendersi dalle conseguenze di un contenuto lesivo della reputazione immesso da terzi nella rete. I pericoli sono molteplici. Dalla vendita attraverso piattaforme e-commerce di nostri prodotti contraffatti e siti che permettono il download gratuito di opere d'ingegno, alla perdita di clienti a causa di una notizia datata o non veritiera diffusa da terzi sul proprio conto”.
L'incontro, tenuto dall'avvocato Sveva Antonini sulla tutela digitale, ha lo scopo di “riportare l'attenzione su questi aspetti fondamentali del fare impresa e del tutelare la propria immagine, fornendo strumenti e parametri per la difesa del proprio business” per “rendere le aziende ed i privati consapevoli del bisogno di acquisire il controllo della propria identità digitale”. (aise) 

Newsletter
Archivi