IL VIOLINISTA JAZZ LUCA CIARLA IN TOUR NELLE AMERICHE

IL VIOLINISTA JAZZ LUCA CIARLA IN TOUR NELLE AMERICHE

ROMA\ aise\ - Dopo lo splendido concerto al Roccella Jazz Festival, il violinista Luca Ciarla parte per un nuovo straordinario tour di un mese negli Stati Uniti, Canada, Messico e in Guatemala.
Da oggi, 31 agosto, e sino al 30 settembre sono previsti più di 20 concerti con tappe in California, New Jersey, Illinois, Oregon, Washington State e Washington DC, Nevada, nelle regioni canadesi dell'Ontario e del Quebec e a Città del Messico e Città del Guatemala.
Il tour inizia a Washington DC, dove Luca suonerà in occasione dell'apertura della mostra dell'artista visiva Keziat. Fino al 9 settembre si esibirà con il suo quartetto, con Antonino de Luca alla fisarmonica, Maurizio Perrone al contrabbasso e Francesco Savoretti alle percussioni. Dall'11 di settembre in poi Luca continuerà con il progetto solOrchestra, straordinario concerto in solo realizzato con il suo violino, voce, live loops e strumenti giocattolo. Tantissimi gli inviti ricevuti da festival, rassegne, teatri e club, dal Sudbury Jazz Festival in Ontario al Winchester Cultural Center di Las Vegas, dove Luca sarà ospite per la terza volta. In Nevada presenterà un doppio concerto con Rebecca Sabine, straordinaria violinista americana che ha suonato con musicisti del calibro di Frank Sinatra, Tony Bennett e Celine Dion.
Il tour di settembre si inserisce in una ricca programmazione nel 2018 che lo ha già visto esibirsi in Etiopia, Iran, Indonesia, Myanmar, Cina, Giappone, Hong Kong, Sud Africa, Bahrain, Romania, Grecia, Bulgaria e Ucraina. Il tour è organizzato dalla Violipiano Music in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Chicago, Toronto, Città del Messico, Città del Guatemala, San Francisco e Montreal. Consulta il calendario completo per maggiori informazioni.
Violinista creativo e sorprendente, Luca Ciarla supera agilmente i confini tra i generi per tracciare un percorso musicale innovativo, una magica seduzione acustica in perfetto equilibrio tra scrittura e improvvisazione, tradizione e contemporaneità. Il suo stile inconfondibile lo ha portato ad esibirsi con successo in festival e rassegne concertistiche di jazz, classica e world music in più di 60 Paesi al mondo: dal Montreal Jazz Festival al Performing Arts Centre di Hong Kong, dal Celtic Connections in Scozia al Festival Villa-Lobos di Rio de Janeiro, dal Melbourne Jazz Festival all'Auditorium Parco della Musica di Roma. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi