L’AMBASCIATORE LO CASCIO SIGLA DUE ACCORDI ITALIA-UNDP PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IN SERBIA

L’AMBASCIATORE LO CASCIO SIGLA DUE ACCORDI ITALIA-UNDP PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IN SERBIA

BELGRADO\ aise\ - Per intensificare l'assistenza alla Serbia nell'attuazione delle riforme interne, soprattutto in tema di pubblica amministrazione, e incentivare la riconciliazione regionale, l'ambasciatore d'Italia a Belgrado, Carlo Lo Cascio, e la rappresentante permanente in Serbia del Fondo dello sviluppo dell’Onu, Carla Robin Hershey, hanno firmato nei giorni scorsi a Belgrado due accordi relativi al co-finanziamento e all'attuazione di due progetti in favore della Serbia.
Il primo progetto co-finanziato è dedicato alla "formazione dei dipendenti pubblici per il XXI secolo"; il secondo riguarda il "miglioramento della cooperazione regionale nel perseguire i crimini di guerra e la ricerca delle persone scomparse".
Sia l'ambasciatore sia la rappresentante permanente Undp Hershey hanno espresso soddisfazione per queste due iniziative, che, come ha avuto modo di sottolineare Lo Cascio, rispondono alla necessità di formare figure professionali per guidare un’amministrazione pubblica efficiente, anche ai fini dell'avanzamento nel negoziato per l'adesione all’Ue.
"Alle Nazioni Unite", ha confermato Hershey, "crediamo che una continua formazione dei dipendenti statali sia la chiave per un efficace amministrazione pubblica. Una istruzione di qualità è uno dei mezzi più forti, ma anche affermati per lo sviluppo sostenibile".
L’accordo è stato siglato nella sede dell'Ambasciata d'Italia in Serbia, alla presenza di Snezana Antonijevic, vicedirettrice dell'Accademia Nazionale della Pubblica Amministrazione, in rappresentanza delle autorità serbe e come beneficiario di uno dei due progetti finanziati. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi