L’ECONOMIA ITALIANA NEL MONDO

L’ECONOMIA ITALIANA NEL MONDO

ROMA – focus/ aise – Le Camere di Commercio italiane sparse in tutto il mondo offrono uno spaccato non solo dello stato dell’economia nel nostro Paese, ma anche dell’intraprendenza dei nostri connazionali, che spesso si distinguono nei paesi ospitanti per le loro invidiabili qualità.
Il presidente della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale, Alfredo Cestari, per esempio, è stato invitato a tenere un discorso al Parlamento Europeo l’11 ottobre sul tema delle “possibilità delle energie rinnovabili nel portare lo sviluppo economico sostenibile nei paesi ACP, in particolare nelle aree remote”.
L’evento è stato organizzato dalla Commissione per lo sviluppo economico, le finanze e il commercio dell’assemblea Parlamentare Paritetica ACP-UE, assemblea che riunisce deputati europei e rappresentanti di Paesi dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico, per un totale di 78 Stati. Cestari, grazie alla sua esperienza pluriventennale nel confrontarsi con le molteplici realtà africane, figura tra i massimi conoscitori in Italia del continente africano e delle molteplici opportunità offerte per il mondo imprenditoriale italiano in cerca di nuovi mercati.
La Camera di Commercio ItalAfrica Centrale è impegnata nell’ambizioso progetto “Sinergie per lo sviluppo” diretto al continente africano con il duplice obbiettivo di fare fronte alla crisi migratoria e di offrire nuove opportunità di investimento alle imprese italiane ed europee, ancora reduci dalla crisi, con il supporto delle istituzioni comunitarie e nazionali. Il 13 ottobre, invece, a Shangai la Camera di Commercio Italiana in Cina e l’Associazione degli Accademici Italiani in Cina (AAIIC), con il patrocinio del Consolato generale, hanno organizzato l’evento "Digital Innovation: The Italian Experience", che si è tenuto alla Tongji University. Obiettivo dell’incontro, il confronto tra esperti del mondo dell'industria, del mondo accademico, della tecnologia applicata e delle risorse umane per un dibattito sulle sfide e le opportunità nei campi dell'IoT (internet delle cose), dell'intelligenza artificiale, dell'apprendimento automatico e dei Big Data.
La sede scozzese della Camera di Commercio Italiana in Gran Bretagna ha ospitato a Edimburgo un seminario gratuito in italiano rivolto ai connazionali che sono alla ricerca di opportunità lavorative in Scozia.
Organizzato dalla CCIUK in collaborazione con Sacca counselling, il seminario è stato tenuto da Margherita Saccá-Briody, Psicologa e membro della Camera di Commercio Italiana per il Regno Unito.
Durante il seminario, ogni partecipante è stato aiutato a individuare punti di forza, competenze professionali e qualità personali; motivazioni, intenzioni e aspirazioni lavorative e quindi i punti da sviluppare per la realizzazione di tali aspirazioni, tenendo in considerazione il contesto socio-territoriale.
Infine, si è tenuta a Lucca, il 4 e il 5 ottobre, la XIV edizione di LuBeC – Lucca Beni Culturali, l’annuale forum internazionale dedicato allo sviluppo della filiera beni culturali – tecnologie – turismo.
La Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, nell’ambito delle attività promozionali turistico-culturali tra Italia e Bulgaria e in linea di continuità con le azioni a supporto delle relazioni economico-commerciali tra le due città di Plovdiv e Matera entrambe Capitali Europee della Cultura 2019, è stata invitata a prendere parte al forum nella persona del Presidente Marco Montecchi, insieme a una delegazione del Comune di Plovdiv composta dal Sindaco Ivan Totev, dall’assessore alla Cultura e al Turismo Alexander Darzhikov, dal Direttore della Fondazione Plovdiv 2019 Kiril Velchev e dalla responsabile della Cooperazione Internazionale Valeria Toncheva. Marco Montecchi è intervenuto all’interno del panel “#TTC – turismo, tecnologie e commercio per la valorizzazione dei territori” per discutere di “Internazionalizzazione e collaborazione inter istituzionale per lo sviluppo delle imprese tra cultura e turismo”. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi