LEGAMBIENTE: 20^ EDIZIONE “NONTISCORDARDIMÉ - OPERAZIONE SCUOLE PULITE”

LEGAMBIENTE: 20^ EDIZIONE “NONTISCORDARDIMÉ - OPERAZIONE SCUOLE PULITE”

ROMA\ aise\ - Torna il 16 e il 17 marzo la campagna promossa da Legambiente dedicata alla qualità e vivibilità degli edifici scolastici. Un compleanno speciale che l’associazione ambientalista festeggerà, come sempre, con il mondo della scuola e con tutti coloro che parteciperanno al week-end di Nontiscordardimé all’insegna della cittadinanza attiva, del volontariato ambientale e dell’impegno sociale.
Anche quest’anno protagonisti indiscussi della due giorni di Legambiente saranno ragazzi, bambini, insegnanti, volontari e genitori che si daranno da fare per rendere le scuole più belle e accoglienti attraverso piccoli lavori di riqualificazione: come rinfrescare le pareti di classi e corridoi, abbellire con piante e fiori i cortili, ripensare la sistemazione delle aule e degli spazi comuni.
Due giorni non solo per migliorare la vita nelle scuole, ma una campagna per avviare anche un confronto sui temi ambientali, per far crescere il senso civico e la consapevolezza di appartenere a una comunità scolastica dove è importante il contributo di tutti.
In questi venti anni Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite ha coinvolto in tutta la Penisola ben 12.984 istituti scolastici, 121.763 classi e 2.456.239 ragazzi dimostrando come il mondo della scuola sia attivo e interessato a questa iniziativa. Allo stesso tempo la campagna di Legambiente vuole anche essere un modo per far presente alle istituzioni le carenze e i problemi degli edifici scolastici, troppo spesso vecchi e poco sicuri, e ribadire l’importanza e l’urgenza della messa in sicurezza e la riqualificazione antisismica ed energetica delle scuole.
“Con Nontiscordardimé - spiega Vanessa Pallucchi, Responsabile nazionale scuola e formazione Legambiente – da vent’anni diamo vita ad una vera e propria operazione di coesione della comunità scolastica riducendo anche le distanze tra genitori e insegnanti, tra ragazzi e adulti. Siamo ben felici della grande partecipazione che abbiamo registrato in questi venti anni e dei risultati ottenuti visto che in diverse scuole sono stati realizzati lavori di riqualificazione, come ad esempio il ritinteggiare le pareti o realizzare piccoli orti urbani nei cortili, e soprattutto l’aver contribuito alla percezione della scuola come bene comune. Allo stesso tempo – aggiunge la Pallucchi - però chiediamo che sul fronte dell’edilizia scolastica si compiano passi importanti: stando agli ultimi dati di Ecosistema scuola, il 43,8% degli edifici dei comuni capoluogo necessita di manutenzione urgente. Oltre il 41% degli edifici scolastici si trova in zona sismica 1 e 2, cioè a rischio di terremoti fortissimi o forti; e il 43% di questi risale a prima del 1976, e cioè a prima dell’entrata in vigore della normativa antisismica. Per questo è urgente prevedere la messa in sicurezza degli edifici, la riqualificazione antisismica ed energetica delle scuole, non più rimandabile, e che si apra un tavolo di lavoro e confronto che coinvolga anche insegnanti, studenti e genitori”.
Tra i vari eventi in programma, quello di punta sarà il 16 marzo a Napoli dove, dalle 10.30 alle 12.30, gli alunni dell’Istituto Comprensivo Radice Sanzio Ammaturo, plesso S. Francesco, realizzeranno nel corso della giornata, insieme ai volontari e ai responsabili di Legambiente Campania, un murales e la piantumazione di piante nel giardino scolastico. Se le previsioni meteo saranno favorevoli, il 17 marzo nella Capitale la scuola d’infanzia (via Schupfer) vedrà impegnati oltre a bambini, genitori e volontari, anche alcuni nonni carabinieri in pensione. In caso di maltempo l’iniziativa verrà posticipata di qualche giorno. A Ostia a darsi da fare saranno anche gli alunni dell’Istituto Comprensivo Via mar dei caraibi che insieme ad insegnanti e volontari si adopereranno per la riqualificazione di aule e spazi comuni interni (pittura e piccola manutenzione varia) ed esterni. Piccoli lavori di ritinteggiatura e pulizia in cortile, piantumazione di piante e semina degli ortaggi si faranno all’Istituto comprensivo Sanremo Ponente.
A Sora (FR), il 17 marzo, all’Istituto secondario Cesare Baronio si parlerà dell’importanza della corretta gestione dei rifiuti e poi verranno risistemati e ripuliti alcuni locali. Il 16 e 17 marzo giornata di volontariato ambientale anche a Valmontone(RM) alla scuola dell’infanzia di via dei Torrioni, dove genitori e personale scolastico saranno impegnati nel riqualificare una vecchia aula usata come magazzino per poterla utilizzare per attività laboratoriali. Inoltre verrà abbellita l'entrata della scuola con delle fioriere.
Lavori di riqualificazione e manutenzione delle classi e degli spazi comuni, il 16 e 17 marzo, anche all’Istituto Comprensivo Portella della Ginestra a Vittoria (RG). Non sarà da meno anche la Scuola Morosini-Manara di Milano, dove negli anni passati sono state tinteggiate 16 aule e per questa edizione di Nontiscordardimé volontari, genitori, insegnanti e studenti nei due giorni di campagna imbiancheranno i corridoi, l’androne principale, le scale che portano al primo ed al secondo piano dell’edificio scolastico. Ci sarà anche l’istituto Comprensivo Lucatelli di Tolentino (MC) che sabato 17 marzo coinvolgerà cinque classi per ripulire il cortile della scuola, piantumare ortaggi e piante aromatiche e sistemare la biblioteca dell’istituto.
A testimoniare la forza e il successo di Nontiscordardimé sono anche le tante e belle storie di cittadinanza attiva che in questi anni hanno portato un’ondata di cambiamento e di colore: come ad esempio quella dell’Istituto Comprensivo “Rossella Casini” a Scandicci (Fi) che lo scorso anno ha dato il via ad un lavoro di ritinteggiatura delle pareti realizzando un murales, che ritrae una giungla con gli animali esotici, ispirandosi ai quadri del pittore francese Henry Rousseau. E quest’anno per l’edizione 2018 continuerà il lavoro.
Oppure c’è la storia della scuola primaria Renzo Pezzani, in zona Corvetto, periferia sud di Milano - raccontata da Paola Corsi - dove nel 2014 volontari, studenti, insegnanti e genitori hanno ritinteggiato 18 aule dell’edificio. L’anno dopo sono stati ridipinti di azzurro due piani di corridoio e parte dei bagni, e poi anno dopo anno sono state fatti in occasione della campagne di Legambiente interventi mirati per rendere più sempre più accogliente la scuola. Per passare all’esperienza dell’Istituto di istruzione di secondo grado ProfAgri, a Salerno, che con tra i tanti interventi realizzati nell’ambito della campagna di Legambiente ha ridipinto la facciata della scuola, trasformandola in un muro verde grazie all’installazione di una serie di piante. Quest’ultime due storie sono state ben raccontate dal mensile di Legambiente La Nuova Ecologia di marzo, insieme a quella della scuola materna dell’infanzia Gioacchino Gesmundo, nel quartiere collatino di Roma.
Infine torna anche per quest'edizione di Nontiscordardimé il concorso “La scuola in un click!” che si rivolge a tutte le scuole che hanno aderito alla giornata di volontariato. Le classi e le scuole e che vogliono raccontare attraverso le immagini più significative cosa è successo durante la giornata, dovranno inviare il materiale richiesto al seguente indirizzo email: scuola.formazione@legambiente.it. I tre migliori reportage verranno premiati con un kit per la lettura. La scadenza del concorso è fissata al 30 aprile. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi