LETTONIA: CONCLUSA ESERCITAZIONE NATO “CLAYMORE FORGED”

LETTONIA: CONCLUSA ESERCITAZIONE NATO “CLAYMORE FORGED”

ADAZI\ aise\ - È terminata nei giorni scorsi l’esercitazione condotta in Lettonia che ha visto impegnati circa 1000 militari provenienti da diversi Paesi Alleati della NATO, tra cui una Compagnia di fanteria alpina italiana.
L'esercitazione, iniziata il 5 marzo, ha coinvolto anche 100 veicoli da combattimento e logistici, che – spiega la Difesa – si sono schierati presso la località di Kadaga, nell’area addestrativa del poligono di Camp Adazi, a circa 50 km a Nord-Est di Riga. Obiettivo dell’esercitazione quello di testare e convalidare sul campo la capacità difensive e di manovra delle varie unità appartenenti al Battle Group eFP Latvia, focalizzandosi sull’interoperabilità dei vari assetti internazionali presenti nel Battaglione, tra i quali unità di fanteria, genio, corazzate e CBRN.
Nei sette giorni di esercitazione, sottolinea la Difesa, i militari delle truppe alpine hanno dimostrato di saper lavorare, vivere, muovere e combattere in condizioni climatiche decisamente avverse, caratterizzate da neve, ghiaccio e temperature che si aggiravano costantemente intorno ai -20° C, caratteristiche che comunque si conciliano con la specialità alpina.
L'unità italiana impiegata nel corso della “ClaymoreForged” ha visto l'impegno di circa 100 militari a bordo di Veicoli Blindati da ricognizione per terreni innevati (BV 206 S7), tipici delle truppe alpine, e di Veicoli Tattici Leggeri Multiruolo (VTLM) “Lince”.
La Compagnia italiana impiegata appartiene alla seconda rotazione di Contingente schierata in Lettonia, ed è inquadrata nel Multinational Battle Group a guida canadese costituito da circa 1200 militari provenienti da Albania, Polonia, Slovenia, Spagna e appunto Canada.(gianluca zanella\ aise) 

Newsletter
Archivi