L’ICJ GUARDA AVANTI

L’ICJ GUARDA AVANTI

JOHANNESBURG\ aise\ - “I soci dell’Italian Sporting Club di Johannesburg dovranno prendere una decisione spinosa per il futuro del club e della comunità italiana. All’AGM della società, che si terrà giovedì 21 giugno alla sede dell’ICJ, i soci sono chiamati a scegliere tra diverse opzioni per stare al passo con i tempi e far fronte a una difficile realtà economica. Inoltre, come da statuto, il comitato esecutivo del club, arrivato a fine mandato, si scioglierà e verrà eletto un nuovo comitato. Le nuove decisioni verranno prese dal comitato entrante”. È quanto si legge su “La voce del Sud Africa”, la testa dell’Aiisa diretta a Johannesburg da Francesca Cristaudi, che rilancia la convocazione dell’assemblea convocata oggi pomeriggio.
“Il club, che può contare su un valore immobiliare copioso e un ottimo accordo con la scuola Crawford Italia, che ha sede sul territorio dell’ICJ, è però vessato da tasse e spese molto alte e dalla difficoltà ad attirare le nuove generazioni di italo-sudafricani in un luogo che originariamente era il centro del tempo libero per la comunità, ma che oggi ha perso molto del suo valore di punto di aggregazione.
Il club rimane però il cuore dell’italianità a Johannesburg e in Sudafrica.
Nella sua sede si riuniscono le nostre associazioni e famiglie, avvengono i nostri matrimoni, crescono i nostri figli. Al club si concentrano le nostre attività sportive, gli incontri professionali, gli eventi più prestigiosi e le feste. Il comitato esecutivo dell’Italian Club ha proposto a soci e stakeholder della comunità di valutare un ridimensionamento o il trasferimento della sede, per poter non solo affrontare le spese crescenti, ma anche rinnovare il centro d’incontro degli italiani di Johannesburg e renderlo più moderno e a misura di giovane.
L’esecutivo del club ha incontrato soci e simpatizzanti in diverse riunioni che hanno aiutato a discutere ed elaborare tutte le alternative possibili per il bene della comunità.
L’ultimo incontro prima dell’AGM è stato quello di mercoledì 13 giugno, quando i soci e il comitato esecutivo, guidato dal presidente Valerio D’Alessio, hanno potuto dibattere due progetti dinamici e ricchi di potenziale per salvaguardare il club. In particolare, l’amministrazione dell’ICJ ha proposto un trasferimento della sede al vicino Glendower Golf Club, che metterebbe a disposizione degli italiani un largo appezzamento dove costruire tre ristoranti, saloni, uffici, campi sportivi e una spaziosa piazza per il pubblico del club.
È importante che i membri dell’Italian Club Johannesburg partecipino all’AGM del 21 giugno, a partire dalle 17:00.
Spetta a tutti decidere come affrontare un importante cambiamento per rendere il club più forte e più efficiente. Il caso dell’ICJ non è isolato e rappresenta un dilemma già affrontato da simili centri sociali come l’Italian Club di Durban e il Centro Sociale Italiano di Pretoria. Cosa ne sarà dei nostri centri d’incontro? Sta alla nostra comunità e ai soci deciderlo, unendosi per tutelare i nostri club e lo spirito di fratellanza e solidarietà che accomuna tutti noi”. (aise) 

Newsletter
Archivi