"LIRICA IN PIAZZA" A MASSA MARITTIMA FRA E TRADIZIONE E INNOVAZIONE

"LIRICA IN PIAZZA" A MASSA MARITTIMA FRA E TRADIZIONE E INNOVAZIONE

GROSSETO\ aise\ - Il 3 agosto Trovatore di Giuseppe Verdi, 4 agosto Carmen di George Bizet e il 5 agosto due atti unici: Suor Angelica di Giacomo Puccini (prima assoluta sul palco di Massa Marittima) e Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.15. È questo il cartellone della 33esima edizione di "Lirica in Piazza", uno degli appuntamenti ormai consolidati del panorama lirico italiano in programma a Massa Marittima, in Maremma, su un palcoscenico unico e suggestivo come il sagrato della trecentesca Cattedrale di San Cerbone in Piazza Duomo.
La manifestazione è organizzata dal Comune di Massa Marittima, prodotta da Europa Musica di Roma con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e il Coro Lirico Italiano.
Le quattro opere si inseriscono a pieno titolo secondo una linea che da alcuni anni caratterizza la manifestazione con una proposta innovativa e originale che coniuga la tradizione operistica con l’utilizzo delle tecnologie multimediali, nuove scenografie, luci e allestimenti realizzati appositamente per la rappresentazione in piazza.
"Il crescente successo di pubblico e di critica che hanno riscosso le ultime edizioni di Lirica in Piazza", spiega Renzo Renzi, direttore artistico di Europa Musica, "ci spinge a proseguire il nostro impegno in questo grande progetto con degli eventi che possano ampliare il più possibile le diverse tipologie di pubblico. Questo significa sviluppare nuove scenografie prestando sempre maggiore attenzione al settore delle luci e delle proiezioni multimediali, che dovranno esaltare e ampliare le possibilità spaziali della parte materica delle strutture sceniche. Si è intrapreso questo nuovo percorso anche per rendere più accattivante la rappresentazione operistica e per avvicinare alla lirica un pubblico che normalmente non assiste a questo genere di spettacolo come i giovani".
Il Trovatore, che apre il cartellone di "Lirica in Piazza" venerdì 3 agosto, è la seconda opera della "trilogia popolare" di Giuseppe Verdi creato tra Rigoletto e La Traviata. L’ultima volta che è stata rappresenta a Massa Marittima è stato nel 2013. Un dramma in quattro atti e otto quadri, ambientato in Spagna al principio del secolo XV, che racconta, con un bel canto espressivo, fiammeggianti passioni come l'amore, la gelosia, la vendetta, l'odio e la lussuria. Uno spettacolo reso ancora più emozionante da un nuovo allestimento ricco di effetti speciali che si inserisce nel contesto architettonico della piazza medievale. La regia è di Gianmaria Romagnoli e l’orchestra diretta dal maestro Maurizio Morgantini. Tra gli interpreti il tenore Antonino Interisano vestirà i panni di Manrico mentre il soprano Paola Di Gregorio interpreta Leonora.
Carmen in scena sabato 4 agosto, sette anni dopo l’ultima rappresentazione a Lirica in Piazza, è stata l’ultima opera a cui lavorò Georges Bizet. Un capolavoro che non fu riconosciuto immediatamente come tale; il successo arrivò, ironia della sorte, dopo la morte dell’autore, che non ebbe così modo di godersi la fama e gli onori che si meritava. Carmen sarà interpretata dal mezzo soprano Stefania Scolastici e Don José dal tenore brasiliano Max Jota. La rappresentazione sarà caratterizzata da scenografie imponenti ed effetti speciali con la regia sempre di Gianmaria Romagnoli e l’orchestra diretta dal maestro Stefano Seghedoni.
Domenica 5 agosto, sul palco davanti alla Cattedrale in scena due opere in atti unici: Suor Angelica di Giacomo Puccini e Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Suor Angelica sarà rappresentata per la prima volta a Massa Marittima e questo debutto coincide con il centenario della prima rappresentazione a New York presso il Metropolitan Opera, il 14 dicembre 1918. È tra le poche opere a contenere solo personaggi femminili dove Suor Angelica sarà interpretata dal soprano Maria Tomassi, la Zia Principessa dal contralto Vessela Yaneva; Claudio Maria Micheli sarà il direttore d’orchestra e la regia di Marcello Lippi. Cavalleria rusticana è invece un'opera scritta su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga. Andò in scena per la prima volta il 17 maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma. Sul palco di Lirica in Piazza l’orchestra sarà sempre diretta da Micheli e regia di Marcello Lippi mentre Santuzza sarà interpretata dal soprano Anna Sanachina e Turiddu dal tenore Gianluca Zampieri. Le due opere potranno andare in scena in una sola serata grazie ad una scenografia innovativa dotata di un impianto intercambiabile in grado di trasformarsi in breve tempo da l’ambientazione di un chiostro e di una chiesa dove si svolge Suor Angelica alla piazza di un paese che è invece lo scenario della Cavalleria. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi