L’OPERA DI TIEPOLO "ENEA, ANCHISE E ASCANIO" PRESENTATA IN ANTEPRIMA ALL’AMBASCIATA D’ITALIA A MOSCA

L’OPERA DI TIEPOLO "ENEA, ANCHISE E ASCANIO" PRESENTATA IN ANTEPRIMA ALL’AMBASCIATA D’ITALIA A MOSCA

MOSCA\ aise\ - Alla vigilia dell’inaugurazione della mostra "Da Tiepolo a Canaletto e Guardi", patrocinata dall’Ambasciata d’Italia a Mosca, è stato presentato in anteprima a Villa Berg il capolavoro di Giandomenico Tiepolo "Enea, Anchise e Ascanio".
Ospitato nella Residenza dell’ambasciatore Pasquale Terracciano, il capolavoro è stato presentato dai due curatori della mostra: Vittoria Markova, curatore capo della collezione di pittura italiana del Museo Pushkin, e Giovanni Villa, direttore onorario dei Musei Civici di Vicenza.
L’esposizione intende celebrare i grandi maestri del Settecento veneziano, presentando al pubblico russo 57 opere, di cui 23 del Museo Civico di Palazzo Chiericati di Vicenza, 25 del Museo Statale delle Arti Figurative Puškin di Mosca, 9 dalla Collezione Intesa Sanpaolo - Gallerie d'Italia (Palazzo Leoni Montanari, Vicenza). Le opere, che da decenni si sono aggiudicate una notorietà a livello mondiale, saranno esposte per la prima volta in un unico spazio, consentendo così ai visitatori di ammirare in maniera più completa la multiformità della pittura veneta di epoca rococò.
La mostra, che da metà ottobre si trasferirà a Vicenza, "s’inserisce nel fortunato filone dei rapporti culturali tra l’Italia e la Russia che rappresentano un tradizionale pilastro dei legami che hanno sempre favorito il mantenimento di un dialogo intenso tra i due Paesi", ha messo in rilievo l’ambasciatore Pasquale Terracciano durante l’anteprima dell’opera.
Negli ultimi anni, a partire dall’"Anno Incrociato della Cultura" del 2011 e fino alle manifestazioni che sono seguite - Exhibitaly nel 2012, l’Anno del Turismo nel 2014, e al successo delle mostre presso il Museo Pushkin dedicate a Tiziano (2013), a Piero della Francesca e i suoi contemporanei (2014), a Caravaggio e i suoi successori (2015), a Raffaello (2016) e a Tiziano, Tintoretto e Veronese (2017) - l’offerta culturale italiana in Russia è molto cresciuta e una delle sue migliori testimonianze è lo stretto rapporto di collaborazione instaurato con i più importanti Musei russi. La mostra "Da Tiepolo a Canaletto e Guardi", ne è la più recente dimostrazione.
L’anteprima ha suscitato il fortissimo interesse dei media con la presenza delle principali televisioni russe (Russia 1, TVZentr, REN TV, TV Kultura, NTV, oltre alla RAI) e alcune decine di giornalisti in rappresentanza di agenzie, quotidiani, radio e riviste. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi