LUIGI GUARNIERI RACCONTA "FORSENNATAMENTE MR. FOSCOLO"

LUIGI GUARNIERI RACCONTA "FORSENNATAMENTE MR. FOSCOLO"

MILANO\ aise\ - Sappiamo tutto di Iacopo Ortis, ma molto meno di Ugo Foscolo, specie degli anni, gli ultimi, londinesi di un mostro sacro dell’epica moderna.
In tutte le librerie italiane da poche settimane, "Forsennatamente Mr. Foscolo" di Luigi Guarnieri, pubblicato da La nave di Teseo nella collana Oceani (pp.240, euro 17), è un viaggio letterario, appassionato e avventuroso, nella vita turbolenta di Ugo Foscolo.
A partire dagli ultimi difficili anni in Inghilterra, dove il poeta approda nel 1816 dopo il volontario esilio in Svizzera. Tra i pochi splendori e le molte miserie della vita londinese, le spese scriteriate e i soggiorni in prigione, la strenua difesa della dignità di scrittore e le battaglie con gli editori, il libro ripercorre le passioni di una vita vissuta forsennatamente. Il grande amore per Quirina e il matrimonio sfumato con Caroline, la stesura dell’Ortis e dei Sepolcri, Byron e Mazzini, l’apparizione della figlia Floriana e la subdola malattia che lo porterà alla morte: furori, disperazioni, spropositi e follie nel ritratto incandescente di un uomo tormentato e fatale, abitato da grandi passioni e destinato a generarne altrettante, fieramente avverso al mondo e dal mondo perciò ripagato con la stessa moneta.
Un romanzo sulla vita sfrenata di uno degli autori più amati e meno conosciuti della nostra letteratura, inquieto e dannato come un eroe dei nostri tempi.
Luigi Guarnieri (1962) vive a Roma. È autore di sei romanzi, tradotti in numerosi Paesi: L’atlante criminale. Vita scriteriata di Cesare Lombroso (2000, premio Bagutta Opera Prima); Tenebre sul Congo (2001); La doppia vita di Vermeer (2004, premio Selezione Campiello); La sposa ebrea (2006, premio Pisa); I sentieri del cielo (2008, premio Grinzane Cavour); Una strana storia d’amore (2010). (aise) 

Newsletter
Archivi