MINORITY SAFEPACK: RAGGIUNTO IL QUORUM PER LE FIRME

MINORITY SAFEPACK: RAGGIUNTO IL QUORUM PER LE FIRME

BOLZANO\ aise\ "Il tema delle minoranze diventa centrale a livello europeo" commenta così il presidente della provincia autonoma di Bolzano e dell’Euregio, Arno Kompatscher, il raggiungimento del quorum di 55 mila firme per la tutela delle minoranze linguistiche. "Con la loro firma – ha dichiarato - le altoatesine e gli altoatesini hanno dimostrato di considerare la varietà linguistica e culturale un valore prezioso e da tutelare".
Quorum raggiunto non solo per l’Italia, ma per almeno 7 pesi membri dell’UE, che insieme hanno raccolto il milione di firme necessario alla campagna "I cittadini – ha proseguito il presidente - si sono espressi per un'Europa delle regioni, che riconosca adeguati spazi e rispetto per le minoranze e che protegga le loro peculiarità, garantisca la loro sopravvivenza e consenta loro di svilupparsi ulteriormente".
Kompatscher ha ringraziato tutti i cittadini che hanno firmato la petizione: "L'Alto Adige gode di un'autonomia modello, ma nella UE vivono ben 50 milioni di persone che appartengono a una minoranza etnica o linguistica, e molti di loro non hanno alcuna tutela. Con la loro firma i cittadini altoatesini hanno dato prova della propria solidarietà con le altre minoranze europee".
Ora la palla passa alla Commissione Europea, che dovrà confrontarsi con il tema e intraprendere le misure necessarie nei settori della cultura, delle politiche regionali, della partecipazione, dell'uguaglianza e dei servizi mediatici audiovisivi per tutelare adeguatamente tali minoranze. (aise) 

Newsletter
Archivi