NO BILLAG: CONFERENZA IN SVIZZERA PER IL VOTO SUL CANONE

NO BILLAG: CONFERENZA IN SVIZZERA PER IL VOTO SUL CANONE

ZURIGO\ aise\ - “Il 4 marzo in Svizzera si voterà sull‘iniziativa popolare NO BILLAG. Con questa iniziativa i programmi radiotelevisivi pubblici sono messi in seria discussione perché, nel caso in cui il provvedimento ricevesse la maggioranza delle elettrici e degli elettori il servizio pubblico - che oggi garantisce la coesione linguistica e armonizza i rapporti tra culture e territori, minoranze e maggioranze sulle quali è organizzata la Svizzera moderna - garantito dal canone televisivo, sarebbe sostituito dal libero mercato, che a sua volta sarebbe fortemente influenzato dagli interessi delle grandi corporations delle telecomunicazioni”. A scrivere è Michele Schiavone, segretario generale del Cgie, in una nota in cui annuncia una prossima assemblea pubblica - organizzata da ACLI, Federazione delle Colonie Libere Italiane in Svizzera, Radio locale zurighese L’ORA, assieme all’agenzia stampa l’Altraitalia, ai rappresentanti del CGIE e del Comites di Zurigo - per far conoscere le proposte contenute nell’iniziativa popolare NO BILLAG ai connazionali residenti nell’area metropolitana di Zurigo.
“Gli effetti di tale scelta – chiarisce Schiavone - avrebbero di riflesso un impatto devastante sull’intero comparto dell’informazione, con il ridimensionamento delle radio e delle televisioni regionali e nazionali, venendo quindi meno la promozione linguistica e culturale, nonché l’offerta del vivere all’italiana o alla francese, oggi presente e radicata in tutta la Confederazione svizzera. All’assemblea sarà presente anche una troupe della televisione di lingua italiana per la registrazione di alcune interviste con i partecipanti”.
“Gli organizzatori – conclude Schiavone – lanciano l’appello alla partecipazione rivolgendosi ai connazionali titolari della doppia cittadinanza, e perciò elettori, affinché su questa iniziativa si facciano protagonisti di una scelta oculata a sostegno della lingua e della cultura italiana”.
L’assemblea si terrà il 7 febbraio dalle 19 bella sede del Liceo Artistico Italo – Svizzero di Zurigo. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi