"NO MONEY FOR TERROR": ALFANO ALLA CONFERENZA DI PARIGI

"NO MONEY FOR TERROR": ALFANO ALLA CONFERENZA DI PARIGI

PARIGI\ aise\ - "Seguire i flussi di denaro. Potenziare il coordinamento. Migliorare la condivisione delle informazioni e dell’intelligence. Lungo queste tre linee guida l’Italia è impegnata nella promozione della cooperazione tanto a livello bilaterale quanto multilaterale per combattere il terrorismo". Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, che ieri ha partecipato alla Conferenza Ministeriale di Parigi "No money for terror".
La conferenza contro il finanziamento al terrorismo è stata promossa dal presidente francese Macron presso la sede dell’OCSE, con l’obiettivo di elevare l’impegno della comunità internazionale nella lotta contro il terrorismo.
La giornata è stata dunque incentrata sull'analisi delle risorse del finanziamento dei gruppi terroristi e in particolare di Al-Qaida e Daesh. Tra gli specifici temi in discussione vi sono stati in primo luogo i metodi di finanziamento del terrorismo e dell’estremismo violento quali la propaganda via internet, il riciclaggio e il dirottamento di fonti legali; in secondo luogo l’intelligence finanziaria e lo scambio di informazioni; infine gli aspetti giudiziari, la collaborazione reciproca in campo penale e il potenziamento degli organismi internazionali che operano in tale settore.
Oggi gli impegni del ministro Alfano proseguono a Bruxelles con la ministeriale degli Esteri della NATO. A margine della riunione, il ministro avrà un colloquio con il segretario di Stato americano, Mike Pompeo. In agenda le relazioni NATO-Russia, le spese per la difesa, Iran e Balcani occidentali. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi