POLITICHE 2018/ DI BIAGIO (CP): DAL PROGRAMMA M5S SI EVINCE CHE NON CONOSCONO ESTERO

POLITICHE 2018/ DI BIAGIO (CP): DAL PROGRAMMA M5S SI EVINCE CHE NON CONOSCONO ESTERO

ROMA\ aise\ - “Si rimane alquanto perplessi nello scorrere i dieci punti del programma cinque stelle, non solo per la fantasia con cui si è voluto approcciare uno scenario che meriterebbe solo pragmatismo, ma soprattutto per la totale distanza che il movimento sembra avere rispetto al mondo dell'emigrazione”. È quanto dichiara oggi il senatore Aldo Di Biagio, candidato alle prossime elezioni con Civica Popolare, nella ripartizione Europa della circoscrizione estero.
"Tra le altre cose – continua Di Biagio – si chiede di abolire i finanziamenti all'editoria, predicando la trasparenza e - nei fatti - attaccando un canale inderogabile di informazione e contatto tra Italia e italiani. Poi – aggiunge – si chiede di riformare l'Aire non chiarendo il perché e le modalità; si sottolinea di voler promuovere il made in Italy e le eccellenze del nostro Paese, auspicando nel contempo iniziative per "far tornare i nostri giovani in Italia", creando una sorta di miscellanea di argomenti evergreen messi lì a caso”.
“Ma la ciliegina sulla torta”, per Di Biagio, “la merita il ragionamento fatto sull'abitazione principale degli italiani all'estero, da cui si capisce quanto sia sconosciuta la normativa e la disciplina, con la trovata della "cubatura minima assimilabile ad abitazione principale", che sarebbe davvero interessante capire come vorrebbero normare ed attuare. Capisco l'esigenza di promuoversi e fare leva sulle criticità dei cittadini, dentro e fuori i confini nazionali, ma offendendo l'intelligenza degli stessi r dimostrando di non conoscerne le reali esigenze, si rischia di cadere nel ridicolo". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi