POLITICHE 2018/ SERAFINI (CP): ECCO PERCHÈ HO SCELTO DI CANDIDARMI

POLITICHE 2018/ SERAFINI (CP): ECCO PERCHÈ HO SCELTO DI CANDIDARMI

ROMA\ aise\ - Candidato alla Camera in Nord e Centro America con la lista Civica Popolare, Dom Serafini spiega la sua candidature così: “Da oltre 20 anni faccio conoscere la realtà degli italiani in Nord America sui media in Italia: stampa, TV e radio. Ora voglio fare un gradino in più facendo questo lavoro al Parlamento”.
Tra le proposte del candidato, il potenziamento del sistema consolare, evitando di votare a favore del taglio ai fondi come è successo in passato. “Non si dovrebbe chiedere ad un anziano che abita a Rochester – sostiene Serafini - di recarsi al "più vicino" consolato, quello di New York City, che dista a 550 km. Non si dovrebbe inoltre aspettare fino a sei mesi per un appuntamento per il rinnovo del passaporto. Una soluzione sarebbe avere più consoli onorari, più personale ai consolati generali e una maggiore informatizzazione; soluzioni che richiedono ovviamente più fondi”.
Altra priorità nel suo programma elettorale, la valorizzazione della scuola italiana: “I francesi hanno un Lycee in ogni grande centro, l'Italia solo a New York City: è un'istituzione che va sostenuta e copiata.
Risolvere questo problema con un iter parlamentare richiederebbe troppo tempo. Serve una forte leadership (come quella che creò a suo tempo La Scuola d'Italia a New York City) che sensibilizzi e coinvolga i grandi industriali per investire sul futuro e l'influenza della cultura italiana all'estero”, è il commento a riguardo del candidato.
Altri punti del programma sono l’appoggio alle associazioni italiane all’estero: “dal mio primo giorno – promette - destinerò infatti il 20% del mio stipendio da parlamentare alle associazioni. I dettagli si possono leggere su: www.FAAI.club”.
C'è poi la questione IMU “con la quale siamo penalizzati per via della prima casa all'estero; questa frena anche l'acquisto ed il mantenimento di proprietà vecchie o abbandonate nei piccoli paesi”.
Altro punto su cui Dom Serafini intende concentrarsi è il miglioramento dei servizi di RAI Italia: “Questo è un obiettivo di molti candidati, ma ritengo di essere l'unico in grado di proporre un piano concreto ed efficace grazie alla mia esperienza nel settore”.
In conclusione: “Ritengo di avere tutte le caratteristiche richieste per rappresentare in Parlamento gli italiani in Nord e Centro America, ho dimostrato di servire la mia comunità da tanto tempo e ho la certezza di avere le competenze necessarie per risolvere concretamente le nostre problematiche”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi