REGIOSTARS AWARDS 2018: DOMANDE ENTRO IL 15 APRILE

REGIOSTARS AWARDS 2018: DOMANDE ENTRO IL 15 APRILE

FIRENZE\ aise\ - Un concorso a premi per i progetti finanziati con i fondi dell'Unione Europea, per dare visibilità e condividere quelle realizzazioni, che hanno avuto un impatto concreto positivo sul territorio e che possono quindi essere esempi di buone pratiche a cui ispirarsi per progetti futuri in altre regioni europee. Questo è RegioStars 2018.
Al concorso, la cui scadenza è il 15 aprile, possono partecipare quei progetti che siano stati cofinanziati, dopo il 1 gennaio 2008, dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), dal Fondo sociale europeo (Fse), dal Fondo di coesione o dallo Strumento di preadesione (IPA).
Sono ammessi anche progetti finanziati congiuntamente da più fondi: Fesr, Fondo di Coesione con altri Fondi strutturali o con fondi a gestione diretta.
Quest'anno ogni project manager potrà presentare al massimo 2 progetti, allegando una lettera di supporto dell'Autorità di gestione del fondo europeo di cui ha beneficiato.
Le categorie di quest’anno sono 5: Sostenere la transizione industriale smart; Raggiungere la sostenibilità attraverso basse emissioni di carbonio; Creare un miglior accesso ai servizi pubblici; Affrontare le sfide della migrazione; Tema del 2018: "Investire nei beni culturali".
In occasione dell'Anno europeo del patrimonio culturale, una delle cinque categorie del premio pone l'attenzione sulle buone pratiche e sui progetti innovativi nel campo dei beni culturali. Un'occasione di visibilità per quei progetti di politica di coesione che valorizzano con successo il patrimonio culturale, che favoriscono l'occupazione, la crescita e la competitività delle industrie culturali e creative.
Tutti i finalisti saranno invitati alla cerimonia di premiazione che si terrà a Bruxelles nell'autunno 2018 e riceveranno un certificato e una medaglia.
I progetti vincitori saranno oggetto di un'azione di promozione e comunicazione e a livello europeo dalla Commissione Europea, saranno divulgati nella pubblicazione dedicata, nella banca dati online delle best practice sul sito web Inforegio. (aise) 

Newsletter
Archivi