"UN BUON POSTO DOVE STARE": ALL’IIC DI AMBURGO LA SCRITTRICE FRANCESCA MANFREDI

"UN BUON POSTO DOVE STARE": ALL’IIC DI AMBURGO LA SCRITTRICE FRANCESCA MANFREDI

AMBURGO\ aise\ - Alle ore 19.00 di questa sera, lunedì 28 maggio, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ospita presso la propria sede l’autrice Francesca Manfredi, che parlerà del suo romanzo d’esordio intitolato "Un buon posto dove stare", edito da La nave di Teseo di Milano.
La serata sarà moderata da Francesca Bravi che effettuerà anche la traduzione consecutiva degli interventi del pubblico.
Un bosco, una vecchia casa in montagna, la piscina di un condominio. Una bambina che nuota, una ragazza che torna a casa, un padre che scompare, un altro che trova pace nel silenzio umido di una cantina. E poi, nel pulviscolo di istanti che compongono i giorni più normali, affiora la rete dei sentimenti, dei sogni, delle scoperte che illuminano e feriscono, di una memoria in cui si è sempre salvi, ma inguaribilmente soli.
È con grazia e scrittura limpidissima che Francesca Manfredi racconta i protagonisti di queste undici storie, avvolti nella normalità delle loro vite, ma sempre colti sul principio di una soglia da cui poter guardare alle loro fragilità e alle loro inquietudini, come a un posto da cui non è necessario fuggire, ma un buon posto dove stare.
Francesca Manfredi, una delle voci più belle e già riconosciute della nuova narrativa italiana, è stata invitata a presentare il suo romanzo "Un buon posto dove stare" al Festival Europeo del Romanzo d'Esordio, che si è tenuto a Kiel dal 24 al 27 maggio. Si tratta della "Festa della lettura" con autori provenienti da diversi Paesi europei, che si svolge ormai da sedici anni presso la Literaturhaus (Casa della Letteratura) di Kiel. Ascoltando e leggendo, mentre si passeggia lungo i percorsi letterari negli antichi giardini botanici di Kiel, il pubblico è invitato a immergersi nelle molteplici bellezze di lingue e romanzi, suoni e voci dall'Europa, in lingua originale e con traduzioni di prova in tedesco. Alla fine del Festival il romanzo ottiene più successo viene poi ufficialmente tradotto in tedesco. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi