UN TEMPO PER TORNARE

UN TEMPO PER TORNARE

ROMA – focus/ aise – C’è un tempo per partire e un tempo per tornare. Magari anche per la prima volta, nei luoghi che video partire i propri antenati. È il caso della famiglia Crivelli, che per la prima volta dal Messico si è recata a Belluno a visitare la sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Le radici di Jaime Crivelli sono per metà bellunesi e per metà trevigiane. Nato e cresciuto a Cordoba è un importante imprenditore nel settore della torrefazione e dell’allevamento di polli. I suoi nonni lasciarono l’Italia moltissimi anni fa e, con questo viaggio, la famiglia ha riallacciato i ponti con le proprie radici.
Caso simile quello dei giovani discendenti da emigrati di origine giuliana che partecipano al ventesimo Stage organizzato dall’Associazione Giuliani nel Mondo con il sostegno finanziario della Regione FVG. Lo Stage ha carattere formativo-culturale e favorisce una maggiore conoscenza della storia, della cultura, dell’arte e delle tradizioni popolari della Venezia Giulia, dell’Istria e della Dalmazia, dell’economia e delle realtà della ricerca scientifica e tecnologica, nonché delle istituzioni di Trieste, di Gorizia e della Regione Friuli Venezia Giulia.
I 15 giovani - provenienti da Argentina, Australia, Brasile, Sud Africa e Uruguay - sono stati accolti nella sede dell’Associazione Giuliani nel Mondo dal presidente Dario Locchi, dai vicepresidenti Eugenio Ambrosi, Franco Miniussi e Paolo De Gavardo, dal tesoriere Marino Predonzani e dal direttore Fabio Ziberna, che hanno portato ai partecipanti il benvenuto dell’Associazione ed illustrato loro le finalità ed il programma dello stage. Contestualmente a questa iniziativa, anche un’altra rivolta agli emigrati anziani di origine giuliana, provenienti in questo caso da Australia, Brasile e Uruguay.
Anche quest’anno, come da 40 anni, l’ARULEF ( Associazione regionale umbra emigrati e famiglie) ha organizzato un soggiorno estivo per un gruppo di 33 anziani umbri emigrati all'estero, svoltosi dalla fine di agosto ai primi giorni di settembre. Il gruppo era composto da emigrati umbri provenienti per la maggior parte da Francia, Belgio, Lussemburgo e Svizzera, ed hanno soggiornato a Pietralunga.
Nel corso del soggiorno l'ARULEF ha organizzato per gli ospiti varie visita nella regione e Perugia, dove sono stati ospiti della Galleria nazionale dell'Umbria. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi