VOTO ESTERO: SICUREZZA E TRASPARENZA

VOTO ESTERO: SICUREZZA E TRASPARENZA

ROMA\ aise\ - Il direttore generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie, Luigi Vignali, ha partecipato oggi alla trasmissione di La7 "Tagadà", nel corso della quale si è parlato della busta con una scheda elettorale semiaperta segnalata su Facebook a Tenerife.
"In Spagna abbiamo utilizzato il più affidabile corriere locale, che ci ha già assicurato in passato la consegna urgente (in 24 ore)", ha spiegato il direttore. "In tutte le Canarie su 20mila plichi spediti" quello denunciato a Tenerife "è l'unico episodio che si è registrato", ha precisato Vignali. In tutta la Spagna, ha aggiunto, "sono stati consegnati 130mila plichi e soltanto per lo 0,3% è stato richiesto un duplicato: è un buon termometro" dell’affidabilità del metodo di spedizione.
Nell'ambito del voto all'estero Vignali ha assicurato che "la Farnesina ha dato massima attenzione alla correttezza e alla trasparenza". Sono "4,3 milioni gli elettori italiani che votano all'estero, il 20% in più rispetto alle politiche del 2013, in 177 Paesi del mondo", ha aggiunto Vignali sottolineando che gli elettori dovranno far giungere le proprie schede agli uffici consolari entro le 16.00 locali di domani, 1 marzo. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi