ALL’IIC DI CRACOVIA UNA CONFERENZA SU S. BENEDETTO DA NORCIA

ALL’IIC DI CRACOVIA UNA CONFERENZA SU S. BENEDETTO DA NORCIA

CRACOVIA\ aise\ - Domani, alle 17, presso l’Istituto italiano di Cultura di Cracovia, si terrà una conferenza stampa sulla figura di S. Benedetto da Norcia, patrono d’Europa.
Norcia, Subiaco e Cassino presentano il loro patrimonio territoriale. Le tre città benedettine, dove San Benedetto Patrono d’Europa è rispettivamente nato, maturato ed ha codificato la sua regola “Ora et Labora”, si sono unite sotto l’egida del brand “Terre di San Benedetto”. Con tale marchio i territori offrono un prodotto unico dal punto di vista culturale, naturalistico, gastronomico e per le attività del tempo libero. Da qualche anno i tre centri sono uniti da un percorso ormai di rilevanza internazionale, attraversato ogni anno da migliaia di pellegrini, a piedi, in bici o a cavallo, “Il Cammino di San Benedetto”: uno spaccato dell’Italia più autentica, tra borghi medievali, abbazie millenarie e paesaggi incantevoli lungo la dorsale appenninica.
L’attenzione turistica di questi territori sta assumendo una particolare rilevanza in questi mesi, soprattutto a seguito dell’evento sismico che nel 2016 ha colpito la città di Norcia, una ferita che ha lasciato segni su tutto il centro Italia. Far ripartire i flussi e le attività turistiche vuol dire anche aiutare in modo sostanziale la ripresa economica, sociale e culturale dei territori.
Le tre città presentano ciascuna le proprie peculiarità, un impressionante patrimonio storico e culturale che abbraccia tutte le epoche più significative della storia europea, dagli insediamenti romani alla grandezza medioevale e rinascimentale, fino ad arrivare all’oggi con le sue nuove attrattive.
Alla presenza dell’Ambasciatore Italiano a Varsavia, Aldo Amati, del Direttore dell’Istituto di Cultura, Ugo Rufino e del Ministro Plenipotenziario del governo polacco, Anna Maria Anders, i Sindaci delle città di Norcia, Subiaco e Cassino avranno l’occasione di presentare i territori e donare alle autorità presenti il Messaggio di Pace di San Benedetto. Dopo la presentazione dei territori all’interno della Sala Conferenze, una composita degustazione di tipicità locali darà dimostrazione di una delle più interessanti peculiarità: la qualità del prodotto enogastronomico, elemento attrattivo che contraddistingue e che merita di essere sperimentato. Le “Terre di San Benedetto” rappresentano dunque un’eccellenza italiana che lascerà a chiunque vi entri una esperienza indimenticabile, tra sapori, atmosfere, suggestioni di luoghi millenari dove si respira forte il fascino della storia. (aise) 

Newsletter
Archivi