ASSEMBLEA GENERALE BRITISH ITALIAN CONSERVATIVES AL PALAZZO DI WESTMINSTER

ASSEMBLEA GENERALE BRITISH ITALIAN CONSERVATIVES AL PALAZZO DI WESTMINSTER

LONDRA\ aise\ - Nella sala 12 del Palazzo di Westminster, Maurizio Bragagni, presidente del British Italian Conservatives, ha aperto il 12 Marzo, proprio nello stesso orario del secondo voto per il "Brexit Deal", il suo discorso con una nota di ringraziamento proveniente dal Primo Ministro Theresa May, che ha espresso il suo “grande incoraggiamento e riconoscimento per i British Italian Conservatives”. Bragagni ha anche espresso il sostegno del gruppo per il suo presidente Onorario Alberto Costa e le sue politiche per difendere i diritti degli europei che vivono e lavorano in UK.
A sua volta, il Presidente Onorario della BIC, l'onorevole Costa, ha ringraziato Bragagni durante il suo discorso. Mettendo da parte il recente clamore che ha circondato il suo emendamento Brexit, Costa ha ancora una volta ribadito il suo sostegno all'accordo Brexit del Primo Ministro, accordo che è stato respinto dai MPs da una schiacciante maggioranza per la seconda volta proprio durante la riunione.
Presenti all'assemblea erano anche il Segretario di Stato UK per il commercio e principale patron dei BIC, l'onorevole Greg Clark MP, il suo compagno parlamentare Zac Goldsmith MP e Mark Field MP Ministro di Stato per l'Asia e il Pacifico, Baroness Anne Jenkin e Lord Nicholas True.
il Segretario di Stato Greg Clark MP ha parlato del "formidabile" duro lavoro del BIC e ha sottolineato la forza e la determinazione della comunità italiana del Regno Unito ed è stato più volte molto grato nel chiedere consigli ai conservatori britannici italiani. Inoltre, ha previsto una forte relazione economica futura con i membri dell'UE. Il signor Clark ha anche sottolineato la preziosa collaborazione tra le migliori università britanniche e italiane.
Il Ministro Mark Field MP ha messo in guardia sulle scarse prospettive di una Gran Bretagna dopo la Brexit in caso di "No deal", ma ha comunque espresso un'opinione positiva sulle possibili opportunità della Brexit. Ha detto che ci sono varie organizzazioni all'interno dell'UE come la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale, ad esempio, e altri luoghi in cui presume che la voce della Gran Bretagna sarà più sentita
Zac Goldsmith MP ribadito il suo supporto per il BIC descrivendolo una "organizzazione magica" diventata uno dei più stretti alleati del Partito Conservatore.
Shaun Bailey, che è il prossimo Candidato Conservatore sindaco di Londra, ha elogiato la stimata comunità italiana della città dichiarando: "Vogliamo il talento a Londra, siete i benvenuti qui". La baronessa Anne Jenkin ha apertamente espresso la sua adorazione per gli italiani che lavorano in Gran Bretagna dicendo: "Gli Italiani hanno più arte e più talento nei loro mignoli di quanti ne abbiamo in tutti i nostri corpi".
Simon Blagden, Presidente Onorario Fujitsu UK e Vice Presidente BIC, ha parlato formalmente dei due paesi, citando vincoli commerciali, politici e culturali. Il Vice Ambasciatore Italiano in UK Alessandro Motta ha aggiunto che ha osservato con attenzione tutti gli sviluppi del Brexit. Riferendosi ai conservatori italiani britannici, ha detto: "Siamo molto uniti e cercheremo di supportarvi il più possibile. il BIC svolge un ruolo molto importante anche per aiutarci a rafforzare i rapporti tra i nostri paesi".
Motta ha poi dichiarato che in altri paesi manca un'organizzazione come il BIC, che ha dimostrato di avere la capacità di mobilitare le persone, fare lobby e organizzare eventi al Parlamento inglese per la comunità Italiana in UK. All'evento erano presenti anche Il Presidente della Camera di Commercio Italiana in UK, Leonardo Simonelli, che ha ribadito il suo sostegno. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi