ASSOCIAZIONI ALL’OPERA

ASSOCIAZIONI ALL’OPERA

ROMA – focus/ aise - Giunge alla 12esima edizione la Settimana Siciliana organizzata dall’Associazione Famiglie Siciliane di Paraná, presieduta da Josè Prestifilippo.
Tre sono stati gli eventi dal 13 al 15 novembre.
In particolare, mercoledí 13 novembre, nella sede del Museo Storico Martiniano Leguizamón, Laura Moro ha tenuto una conferenza sulla cittadinanza italiana. È seguita l’esibizione del Coro Lirico “Maestro Lorenzo Anselmi” dell'Associazione Verdiana di Paraná.
Giovedì 14, sempre nella sede del Museo, la commissione giovani della Associazione ha presentato la Sicilia sotto molteplici aspetti, dalla gastronomia ai paesaggi, senza dimenticare la storia e l’architettura.
Tutto è terminato venerdì 15 con una cena sociale; in contemporanea, è stata allestita una mostra con foto di emigranti siciliani, libri e oggetti del passato.
È in programma per il 30 novembre al Teatro Fusco di Taranto, la decima edizione del Premio Internazionale Pugliesi nel mondo, iniziativa realizzata dall’Associazione Pugliesi nel mondo, in collaborazione con il Comune di Taranto e patrocinata, tra gli altri, da Regione Puglia e Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
La gente di Puglia, quella che, con il suo ingegno, la competenza e la professionalità, porta la sua terra in tutto il mondo.
Un evento itinerante che, quest’anno, farà tappa a Taranto, in un momento particolarmente delicato per la città, in cui emerge con forza la volontà di riscatto. Ecco allora la manifestazione, pronta a raccontare il bello, grazie a quelle personalità che hanno superato i confini territoriali e si sono affermate un po’ ovunque. È il caso di Arturo Luzzi: tarantino, Ambasciatore d’Italia ad Addis Abeba, ha iniziato la sua carriera diplomatica nel 1987. O Giovanni Maggi che, da Altamura in provincia di Bari, è ora professore di Economia e Affari Internazionali alla prestigiosa Università statunitense di Yale. Ma la particolarità del premio è mettere insieme talenti provenienti da ambiti disparati. Accade con Danilo Audiello, in arte Alexis Arts, illusionista foggiano, con 7 Guinness World Records, come il primato per la velocità di liberazione da manette e da una camicia di forza. O di Daniela Pedali, cantante di San Donaci (Brindisi), che vive in Messico e vanta concerti in tutto il mondo, inclusa l’esibizione per il Papa.
Queste le prime anticipazioni dei tantissimi premiati che saranno nel capoluogo ionico per l’occasione, su iniziativa dell’associazione internazionale “Pugliesi nel Mondo” in collaborazione con il Comune di Taranto e con il patrocinio di numerose istituzioni straniere e italiane, tra cui Ministero degli Esteri e Regione Puglia. A selezionare la rosa di nomi, una commissione esaminatrice con al suo interno rappresentanti di istituzioni e associazioni di categoria e livello regionale.
“Questo premio - spiegano i promotori - nasce con l’intento di riconoscere e valorizzare le diverse professionalità, in vari settori. Uomini e donne che, con il loro operato, hanno dato prestigio alla Puglia, all’Italia e agli altri Paesi. Siamo particolarmente felici di tagliare il traguardo della decima edizione proprio a Taranto e ringraziamo l’amministrazione comunale per la disponibilità”. Con una crociera fluviale a cura di www.motonaviandes.it, sono iniziati sabato scorso i racconti e le note per ricordare la giornata dell’Emigrazione mantovana e lombarda, a Mantova. Una giornata con un ricco programma di storie e musiche di emigrazione a cura dell’Associazione Mantovani nel mondo.
Le migrazioni dalle due regioni del nord d’Italia raggiungevano dunque la città per poi arrivare al porto di Genova e imbarcarsi per attraversare l’oceano atlantico. Questa grande migrazione, che ha spopolato la provincia mantovana, è stata anche ricordata da una lettera Pastorale dal Vescovo di Mantova, Giuseppe Sarta, futuro Papa Pio X, nella quale chiedeva a tutti i parroci mantovani di sostenere moralmente e spiritualmente i concittadini partiti per terre lontane in cerca di un futuro migliore.
Recentemente l’Associazione Mantovani nel mondo ha costituito presso la biblioteca comunale di Mantova “Baratta” un prezioso fondo archivistico e libraio sull’emigrazione lombarda e mantovana, unico nel suo genere in Italia.
L’evento del 23 novembre è stato un momento evocativo e spirituale, accompagnato da musica per la rivisitazione dei luoghi della memoria da cui partirono tante famiglie. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi