BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR NEL SDG BOOK CLUB DELL’ONU

BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR NEL SDG BOOK CLUB DELL’ONU

ROMA – focus\aise\ - La lettura e l'apprendimento sono essenziali per la crescita e lo sviluppo dei bambini: le storie possono alimentare la loro immaginazione e aumentare la consapevolezza di nuove possibilità.
Da sempre impegnata nel promuovere la lettura come strumento straordinario per la formazione di cittadini di un domani migliore e attivissima nel creare reti di dialogo e ponti culturali internazionali, Bologna Children’s Book Fair aderisce al Sustainable Development Goals Book Club. Si tratta di un progetto multilingue che partendo dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile, della durata di 17 mesi, vedrà la pubblicazione mensile di una lista di titoli per bambini e ragazzi finalizzata all’approfondimento di uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Con eventi in diversi Paesi questa iniziativa mira a coinvolgere i giovani di ogni parte del mondo, promuovendo l'amore per la lettura e la condivisione di idee con amici e genitori.
SDG Book Club annovera la partecipazione di grandi editori internazionali, biblioteche, librerie e autori di libri per ragazzi che collaborano con i principali organizzatori del progetto. Insieme alla Nazioni Unite e alla Bologna Children’s Book Fair aderiscono l’International Publishers Association (IPA), l’International Federation of Librarian Associations (IFLA), l’European & International Booksellers Federation (EIBF), l’International Board on Books for Young People (IBBY).
La fiera del libro per ragazzi di Bologna diventa anche palcoscenico del primo appuntamento: il 2 aprile alle 17.30, in occasione della Giornata Internazionale del Libro per Ragazzi, verrà presentata all’Authors Cafè la prima selezione di libri per bambini e ragazzi dedicata al tema “No Poverty” (l’elenco completo dei Sustainable Development Goals qui).
Il multilinguismo è essenziale per raggiungere un vasto pubblico globale e per questo motivo i titoli saranno selezionati in ciascuna delle lingue ufficiali delle Nazioni Unite: arabo, cinese, inglese, francese, russo, spagnolo.
Dopo l’esperienza di “Coltivando un giovane umanesimo” - mostra e pubblicazione nate in occasione della visita di Papa Francesco a Bologna nel 2017, per ricondurre a “misura di bambino” quegli stessi temi della contemporaneità già molte volte affrontati dal Santo Padre - Bologna Children’s Book Fair continua a lavorare per la promozione e la diffusione del libro per ragazzi quale motore di crescita culturale e contribuito concreto a un futuro diverso. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi