CIDIM: IL DUO LITTERA-GORLIER DA MARTEDÌ IN TOURNÉE IN AUSTRALIA

CIDIM: IL DUO LITTERA-GORLIER DA MARTEDÌ IN TOURNÉE IN AUSTRALIA

ROMA\ aise\ - Martedì prossimo, 30 luglio, alle 18.00, prenderà il via a Melbourne, nella sede dell'Istituto Italiano di Cultura, il tour in Australia del duo composto da Gianluca Littera, armonica, e Fabio Gorlier, pianoforte.
Tutti i concerti sono promossi dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) e fanno parte del progetto Suono Italiano, realizzato grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Spettacolo. Le date sono organizzate in collaborazione con gli ICC di Sydney e Melbourne.
La tournée proseguirà a Canberra l'1 agosto alle ore 19, presso la Ainslie Main Hall del Ainslie & Gorman Arts Centre, e a Sydney il 2 agosto alle ore 18, nella sede dell'Istituto Italiano di Cultura.
Il programma dei concerti prevede musiche tratte dal loro repertorio, oltre a spunti per improvvisazione jazz.
Gianluca Littera, dopo essersi diplomato in viola nel 1985, ha scoperto l'armonica cromatica, dedicandovisi sino a diventare oggi uno tra i pochissimi solisti al mondo a proporsi con questo strumento sia in ambito classico che jazz. Littera è regolarmente ospite d'importanti manifestazioni internazionali e istituzioni musicali. Per lui hanno scritto numerosi compositori, tra cui il maestro Ennio Morricone, di cui ha eseguito nel 2010 la composizione "Immobile n.2".
Fabio Gorlier ha conseguito il diploma di pianoforte al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Ha continuato gli studi, fra cui i numerosi corsi di specializzazione in pianoforte jazz, armonia e musica d'insieme presso il Centro Jazz di Torino, così come i corsi internazionali di perfezionamento musicale tenuti a Siena, nell'ambito dei seminari di Siena Jazz. Numerose le partecipazioni a rassegne italiane e le esperienze all'estero.
"Siamo orgogliosi di presentare questo duo straordinario – dichiara Lucio Fumo, presidente del CIDIM – e siamo certi che il pubblico australiano non potrà che apprezzare la loro conoscenza approfondita e appassionata del jazz". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi