DALLA SICILIA A PEPPIMENARTI: SCAMBIO DI RESIDENZE ARTISTICHE TRA ITALIA E AUSTRALIA CON L’IIC DI SYDNEY

DALLA SICILIA A PEPPIMENARTI: SCAMBIO DI RESIDENZE ARTISTICHE TRA ITALIA E AUSTRALIA CON L’IIC DI SYDNEY

SYDNEY\ aise\ - Tra il luglio e l’ottobre 2019 si è tenuto un progetto di scambio di residenze artistiche tra la Sicilia e l’Australia che ha visto la partecipazione di due artisti aborigeni dell’Australia del Nord ed un artista siciliano. I risultati dell’esperienza saranno presentati giovedì 3 ottobre alle ore 18.00 all’Istituto Italiano di Cultura di Sydney.
Il progetto – spiega l’IIC – ha inteso incoraggiare la condivisione di tecniche artistiche innovative, contornate da una riflessione sui concetti di migrazione, colonialismo e identità culturale, tipici delle zone periferiche di entrambi i Paesi. Il progetto fa parte del dottorato di ricerca in storia dell’arte al quale sta attualmente lavorando Miriam La Rosa presso l’Università di Melbourne, e Kade McDonald, direttore esecutivo di Durrmu Arts, cooperativa artistica sede della sezione australiana della residenza artistica.
Gli artisti coinvolti sono Regina Pilawuk Wilson, notissima pittrice appartenente alla comunità Ngan’ngikurrungurr, Steaphan Paton, artista della nazione Gunai e Montero, e Giuseppe Lana, artista italiano di origini siciliane. I due importanti personaggi del panorama artistico australiano sono stati accolti in Sicilia presso la Fondazione Brodbeck di Catania, il FARM Cultural Park di Favara ed il Museo Palazzo Riso di Palermo nel mese di luglio dal collega di oltreoceano, Giuseppe Lana. Quest’ultimo è stato a sua volta invitato a spendere alcuni giorni nella regione del Gippsland presso Durrmu Arts, centro artistico della comunità aborigena di Peppimenarti, nel Northern Territory, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.
La prima parte del progetto, dal 2 al 31 luglio, ha visto gli ospiti australiani in Sicilia, alla scoperta della configurazione naturale e artistica del territorio. La loro permanenza si è conclusa al Museo Riso di Palermo con un dialogo tra gli artisti, con la partecipazione degli organizzatori La Rosa e McDonald, ed è stata seguita da una mostra a Torino, che espone alcune delle opere dei tre artisti.
Il gruppo si è quindi spostato in Australia dove, dal 20 settembre, Giuseppe Lana e Steaphan Paton, ospitati dalla Durrmu Arts a Peppimenarti, si sono immersi nella vita quotidiana della comunità, imparando a conoscere le pratiche degli artisti locali e le attività culturali organizzate dalla comunità, esplorando il paesaggio naturale della zona e conoscendone la sua storia.
Regina Pilawuk Wilson, artista e direttrice culturale di Durrmu Arts, è una figura importante nella comunità Ngan’ngikurrungurr, dove insieme al marito fonda nel 1973 il Peppimenarti Community, che diverrà poi un importante centro culturale della regione del fiume Daly. Vincitrice del Telstra National Indigenous and Torres-Strait Islander Award, Regina vanta l’esposizione delle sue opere in importanti centri culturali, gallerie d’arte e mostre private in Australia e oltreoceano. Una delle sue opere è permanentemente esposta presso l’Art Gallery of New South Wales.
Steaphan Paton, che attualmente risiede a Melbourne, esplora tramite la sua arte i temi di colonialismo, tradizione, razza e conflitto, utilizzando diverse forme espressive che spaziano dalla pittura alla scultura, dalla fotografia ai video. Le sue opere sono esposte in numerosi centri e gallerie d’arte, come la National Gallery of Australia a Canberra e la Brooklyn Library di New York.
Giuseppe Lana opera tra Londra e Catania, la sua città natale. Le sue opere riflettono una profonda riflessione sul contesto che lo circonda, accostata ad un forte legame con le sue origini. Colonne portanti della sua ricerca artistica sono trasformazione e fluidità, tramite le quali approfondisce i concetti di estetica e identità, esplorando il tema del tempo e delle sue manifestazioni visive. Durante il suo soggiorno nello Gippsland, Lana sarà ospitato presso il Durrmu Arts, centro artistico e culturale della comunità di Peppimenarti.
Tra gli organizzatori del progetto figura Kade McDonald, direttore esecutivo della Durrmu Arts Aboriginal Corporation. Esperto d’arte indigena australiana, McDonald ha tenuto conferenze su tutto il territorio degli Stati Uniti ed è stato precedentemente nominato nel comitato di selezione delle sovvenzioni di arti visive per il Ministero delle arti australiano, oltre a lavorare nell’implementazione di progetti di manutenzione culturale e rimpatrio.
Il progetto si sviluppa all’interno del dottorato di ricerca di Miriam La Rosa, Università di Melbourne. La ricercatrice si pone l’obiettivo di studiare la residenza artistica dal punto di vista dell'ospitalità, indagando la natura dei ruoli relazionali e dello scambio reciproco tra l’artista ospite e la controparte ospitante. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi