FEELING ITALIAN - SENTIRSI ITALIANI: PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO FOTOGRAFICO

FEELING ITALIAN - SENTIRSI ITALIANI: PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO FOTOGRAFICO

MILANO\ aise\ - Tre fotografi tra quasi 220 partecipanti, sia professionisti che amatori, sono stati premiati per aver presentato i migliori progetti fotografici sul tema lanciato dal concorso fotografico Feeling Italian, promosso da SIETAR - Society for Intercultural Education, Training and Research - Italia: attraverso il linguaggio fotografico, hanno proposto diverse letture di un’Italia in trasformazione in termini di comportamenti, costumi e valori in un contesto globale e, allo stesso tempo, di un Paese legato alle tradizioni e agli elementi di continuità con il passato.
Il vincitore, a cui è stato riconosciuto un premio di 1.000 euro, è Iacopo Pasqui (35 anni, nato a Firenze) con il progetto “N”. Il giovane artista realizza un lavoro evocativo e universale a partire da una situazione specifica e autobiografica. Attraverso una rigorosa fotografia documentaria in bianco e nero, il progetto è capace di esplorare per frammenti il senso di sospensione, di crisi e di incertezza prodotte da una società che non è capace di aprirsi e rinnovarsi alle nuove generazioni.
Il progetto di Ewa Maria Olszewska (45 anni, originaria della Polonia), "L’Italia del terzo millennio", si aggiudica il secondo premio di 750 euro per aver saputo affrontare in modo approfondito e coerente il tema dell'integrazione e del meticciato, indagando le cerimonie in cui si trovano a coesistere tradizioni civili e religiose diverse, con modalità a volte inaspettate per l'opinione pubblica. L'autrice si immerge nelle situazioni, realizzando un reportage a colori caratterizzato da grande intensità emotiva e da un forte impatto visivo, che ribadisce il valore civile e politico della fotografia.
Infine, "Casa mia" di Giorgia Subacchi (22 anni, di Piacenza), che ottiene 500 euro, gioca con grande freschezza e auto-ironia su alcuni luoghi comuni dell'italianità: calcio, cibo, religione e tricolore. Il lavoro utilizza in modo consapevole un linguaggio semplice e diretto tanto a livello fotografico, con un riferimento alla fotografia famigliare e all'immagine che circola sui social, quanto a livello verbale, nelle dichiarazioni che completano le immagini.
Inoltre, sono stati individuati i migliori 24 progetti fotografici (Massimo Alfano, Stefano Biserni, Nicola Bortolussi, Antonia Maria Caputi, Sara Cinelli, Diego Copetti, Valentina De Santis, Martina Di Lauro, Camilla Figlino Cheade, Filippo Florindo, Giacomo Infantino, Alessandro Iovino, Aissetou Jaithe, Sensi Lorente, Angelo Luca Maccagni, Emanuele Mirulla, Ewa Maria Olzewska, Iacopo Pasqui, Diego Puccio, Benedetta Ristori, Simone Sapia, Giorgia Subacchi, Hugo Weber & Denny Mollica, Valentina Zanzi) che entreranno a far parte della pubblicazione e della mostra fotografica Feeling Italian prevista presso la Fabbrica del Vapore di Milano dal 20 settembre al 31 ottobre 2019.
La giuria, composta da professionisti ed esperti di fotografia, comunicazione ed intercultura, si è riunita sabato 19 gennaio per valutare quasi 600 fotografie in base a criteri artistici e di coerenza con gli obiettivi del concorso. I giudici hanno individuato i progetti fotografici che più di tutti hanno saputo restituire una narrazione sensibile all’interculturalità e attenta a cogliere i tratti immediatamente riconoscibili degli italiani: una selezione che spazia dai reportage classici in bianco e nero a singole immagini dal taglio pubblicitario, da progetti di ricerca focalizzati su episodi di cronaca ad altri più concettuali e metaforici, fino a quelli più ironici.
Hanno fatto parte della giuria Irene Arabnia – Director Corporate Identity, GEICO e Direttore Operativo Fondazione Pardis; Gabriella Guerci – Direttore di Produzione del Museo di Fotografia Contemporanea; Fabrizio Chirico – Direttore Area Giovani, Università e Alta Formazione del Comune di Milano; Modou Gueye – Presidente di SUNUGAL; Pari Namazie – Chairwoman di The Simorgh Foundation; Paolo Mamo – CEO di ALTAVIA; Filippo Romano – Fotografo e docente di fotografia alla NABA; Francesca Romano - Fotografa e giornalista per F e Natural Style; Roberto Ruffino – Segretario Generale della Fondazione Intercultura Onlus.
Feeling Italian è un progetto promosso da SIETAR Italia in collaborazione con Fabbrica del Vapore e Comune di Milano. Il Comitato Scientifico del progetto è composto da Matteo Balduzzi – Curatore del MUFOCO; Milton Bennett – Executive Director di IDRI - Intercultural Development Research Institute; Ida Castiglioni – Docente di Comunicazione Interculturale all’Università Milano-Bicocca; Sergio Di Giorgi – Critico Cinematografico; Maura Di Mauro – Past-Presidente di SIETAR Italia; Bettina Gehrke – Docente di Leadership e Cross Cultural Management in SDA-Bocconi.
È stato possibile realizzare la prima parte del progetto, ovvero il Concorso Fotografico Feeling Italian, grazie al sostegno economico di GEICO Taikisha e alle donazioni e al supporto ricevuto da Coaching Zone, Assolavoro, Idrinstitute, Fondazione Intercultura onlus, HIBU, MUFOCO, The Simorgh Foundation e Sunugal, oltre ai media partner del progetto ALTAVIA Italia e Guida Viaggi. (aise) 

Newsletter
Archivi