FIRMATO A ROMA UN ACCORDO TRA ITALIA E REPUBBLICA DOMINICANA IN MATERIA DI CO-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA

FIRMATO A ROMA UN ACCORDO TRA ITALIA E REPUBBLICA DOMINICANA IN MATERIA DI CO-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA

ROMA\ aise\ - Il Sottosegretario del Ministero per i beni e le attività culturali, Lucia Borgonzoni, su delega del Ministro Alberto Bonisoli, ha firmato ieri a Roma un accordo in materia di co-produzione cinematografica tra l’Italia e la Repubblica Dominicana. Per Parte dominicana ha firmato il Ministro degli Affari Esteri, Miguel Vargas Maldonado, in missione in Italia.
L’accordo – spiega il Mibac – intende regolare e incentivare la realizzazione di coproduzioni cinematografiche tra produttori italiani e produttori dominicani, tramite il riconoscimento delle stesse quali opere nazionali, ai sensi delle rispettive legislazioni, e il relativo diritto di godere dei benefici prodotti.
Dal giugno dello scorso anno si stanno svolgendo le celebrazioni per il 120° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Repubblica Dominicana e questa intesa in campo cinematografico – sottolinea il Ministero – potrà contribuire a rafforzare le relazioni bilaterali tra il nostro Paese e la Nazione caraibica dell’isola di Hispaniola.
“Siamo due popoli e due nazioni molto vicini e simili – ha dichiarato la Borgonzoni – e la cultura è quel ponte fondamentale per avvicinare ancora di più i nostri due Paesi. Il cinema e l’audiovisivo sono quei settori che possono rendere questo processo più immediato e diretto perché parlano una lingua internazionalmente riconosciuta: quella delle immagini. Mi auguro e spero – ha concluso Borgonzoni – che il prossimo anno ci si possa incontrare di nuovo, per apprezzare insieme un bel film, fatto in co-produzione, che abbia successo non soltanto nelle nostre rispettive Nazioni ma anche a livello mondiale”.
L’industria cinematografica italiana e quella dominicana – sottolinea il MIbac- potranno trarre mutuo beneficio dalla coproduzione di film e di opere audiovisive che, per qualità tecnica e per valore artistico, siano in grado sia di contribuire al prestigio e all’espansione economica delle industrie di produzione e distribuzione cinematografica, televisiva e dei nuovi media nei due Paesi, sia di rafforzare ulteriormente la collaborazione culturale fra le Parti. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi