GIORNATA DELLA RICERCA/ A VANCOUVER LA CONFERENZA DEL CARDIOLOGO PAOLO RAGGI

GIORNATA DELLA RICERCA/ A VANCOUVER LA CONFERENZA DEL CARDIOLOGO PAOLO RAGGI

VANCOUVER\ aise\ - Il 16 aprile al Centro Culturale Italiano di Vancouver è stata celebrata la II edizione della Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo, celebrazione che si inserisce all’interno del programma promozionale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale "Vivere all'Italiana".
L'ARPICO (Associazione dei Ricercatori e Professionisti Italiani in Canada Ovest) ha organizzato, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Ottawa – Ufficio dell’Addetto Scientifico, con il Consolato Generale d’Italia in Vancouver e il Centro Culturale Italiano a Vancouver, una conferenza tenuta da Paolo Raggi, professore di Medicina presso l'Università dell’Alberta a Edmonton ed ex direttore del Mazankowski Alberta Heart Institute di Edmonton, una delle strutture specialistiche più avanzate in Nord America per la cura delle malattie cardiache.
La conferenza è stata introdotta da interventi del console generale Massimiliano Iacchini e dell’addetto scientifico dell’Ambasciata d’Italia a Ottawa, Anna Galluccio.
Raggi, luminare nel settore della cardiologia e delle malattie cardiovascolari, ha presentato le sue ricerche focalizzandosi sulla forte connessione che lega le malattie mentali e la condizione cardiovascolare.
Alla presentazione hanno partecipato circa 70 persone, prevalentemente appartenenti al settore medico e della ricerca tra cui molti professionisti e ricercatori italiani, che hanno seguito con attenzione la conferenza. La serata si è chiusa con un ricevimento per favorire attività di networking.
Come ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo, “L’Italia è oggi tra i primi Paesi per numero di pubblicazioni scientifiche e i suoi scienziati sono coinvolti nei maggiori esperimenti internazionali e ciò si deve anche alla solidità del sistema della ricerca, dell’innovazione e dell’alta formazione”.
La Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo rappresenta, quindi, una grande opportunità per il nostro Paese. Attraverso tali iniziative è possibile valutare i traguardi raggiunti dai ricercatori italiani all'estero e promuovere ulteriori collaborazioni internazionali in ambito scientifico e tecnologico. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi