GIOVANNI BUTTARELLI (GARANTE PRIVACY) AL SUMMIT 2019 "GIOVANI E LEADER" DI SCIENCES PO

GIOVANNI BUTTARELLI (GARANTE PRIVACY) AL SUMMIT 2019 "GIOVANI E LEADER" DI SCIENCES PO

PARIGI\ aise\ - Giovanni Buttarelli, garante europeo della protezione dei dati, è stato invitato alla conferenza annuale “Giovani e Leader Summit 2019”, organizzata dalla Scuola Parigina per gli Affari Internazionali - Sciences Po (PSIA). Il tema di quest’anno è stato il ruolo complesso delle "nuove tecnologie come forza globale dirompente” e ha visto il coinvolgimento di personalità di spicco del panorama istituzionale mondiale e di una platea di oltre 200 studenti.
Buttarelli ha tenuto il discorso di apertura dei lavori, spiegando che “la moderna protezione dei dati personali è strettamente legata alla democrazia partecipativa. Le prossime elezioni europee, ed un eventuale referendum nel Regno Unito sulla Brexit, dimostrano l’importanza di un approccio corretto alle fonti informative. Social network e altre piattaforme vanno utilizzati per le campagne elettorali, ma in maniera corretta e prevenendo abusi anche nella manipolazione online, che possono riguardare le fake news”.
Ai lavori, introdotti dal dean di Science Po, Enrico Letta, hanno partecipato la Commissaria Ue Margrethe Vestager, Gro Harlem Brundtland, ex primo ministro norvegese, già direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ed inviato speciale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici; e Carlos Lopes, ex segretario esecutivo, Commissione Economica delle Nazioni Unite per l'Africa. L’evento è stato moderato da Adam Nossiter, corrispondente del New York Times a Parigi.
Il garante ha sottolineato riguardo al futuro dell’evoluzione tecnologica che “la protezione dati è pienamente compatibile con i modelli di business. Non si chiede ai giganti dell’informazione di “fare carità”, ma l’attuale modello predominante di business deve cambiare. Come ha ribadito oggi il commissario UE per la concorrenza, Margrethe Vestager, le piattaforme tecnologiche devono essere “sorvegliate” da un soggetto indipendente. La situazione attuale non è più sostenibile. È tempo di una riflessione per trovare soluzioni che permettano di conciliare tutte queste esigenze,” ha concluso Buttarelli. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi