GLI ODG NELLA PLENARIA DEL CGIE DI INIZIO LUGLIO

GLI ODG NELLA PLENARIA DEL CGIE DI INIZIO LUGLIO

ROMA – focus/ aise - La plenaria del CGIE si è tenuta ormai un mese fa alla Farnesina. La scorsa settimana, sul sito istituzionale, sono stati pubblicati gli ordini del giorno approvati in quell’occasione, tra cui quello del Comitato di Presidenza, approvato all’unanimità, che qui riportiamo integralmente: “Il Consiglio Generale degli Italiani all'Estero, riunito a Roma dal 3 al 5 luglio 2019, ha proceduto nella preparazione dell'Assemblea Plenaria della Conferenza Permanente Stato Regioni - Province Autonome - CGIE che, ai sensi di legge, dovrebbe tenersi ogni 3 anni, ma non si incontra dal 2009. Avendo ricevuto assicurazione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, e dal Sottosegretario di Stato con delega per gli italiani all'estero, Sen. Ricardo Merlo, che tale riunione si terrà entro l'autunno dell'anno in corso, il CGIE chiede l'integrazione sul Cap.3131 del MAECI dei fondi necessari alla concomitante convocazione dell' assemblea straordinaria del CGIE. Altro ODG approvato all’unanimità quello della V Commissione: “Nel corso della nostra riunione tematica, la necessità di voler esprimere al meglio sui Territori di competenza il nostro compito previsto dalle norme che regolano il funzionamento del nostro CGIE; VISTO il perdurare di situazioni in cui, principalmente per motivi di disinformazione e di scarsa considerazione da parte delle Autorità Diplomatiche Italiane in loco, i nostri Consiglieri NON sempre vengono informati e/o invitati a partecipare ad iniziative che hanno come fine la promozione del nostro Sistema Paese; CONSIDERATO che il nostro Consiglio, per mezzo dei propri Consiglieri eletti sui Territori, possa avere una funzione di raccordo tra i vari attori facenti parte del Sistema Paese (Agenzia ICE, CCIE, IIC, Regioni, associazioni, ecc.) e quindi porsi come strumento sinergico per una più ampia diffusione del nostro made in Italy in tutte le sue forme; SI RICHIEDE:- Che il CGIE, per mezzo della V Commissione, sia invitato a partecipare in modalità di "osservatore" alle riunioni della Cabina di Regia per l'Italia Internazionale, che determina il "Piano promozionale ordinario "annuale ed il "Piano promozionale straordinario" triennale, strategico per le decisioni di promozione del nostro Sistema Paese nel mondo.- Che la DGSP emetta una circolare, da indirizzare alle Ambasciate nel mondo, affinché sia elaborato annualmente un "Piano Paese" la cui definizione e attuazione dovrà essere partecipata da tutte Ie parti attive del Sistema Italia sul territorio”. La I Commissione, Informazione e Comunicazione, ha presentato il seguente ODG: “Considerato che, per norma di legge, dai proventi ricavati dalle pratiche di cittadinanza il 30% viene assegnato alle rappresentanze diplomatico-consolari per essere destinati alla realizzazione di attività e interventi per il miglioramento dei servizi consolari. Avendo appreso che, in vari casi, la percentuale del 30% di tali proventi, viene di fatto riassorbita nei bilanci di sede delle stesse rappresentanze, per essere utilizzata nel corso del successivo esercizio finanziario al fine di sopperire ai tagli effettuati negli stanziamenti di fondi di parte corrente, necessari per il funzionamento istituzionale degli uffici all'estero. Chiede All'amministrazione centrale del MAECI di non snaturare la lettera e lo spirito della norma che prevede che il recupero del 30 % dei proventi delle cittadinanze, effettuato da parte delle rispettive rappresentanze all'estero, sia destinato al potenziamento del servizi consolari”. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi