IL MAGGIO DEGLI ITALIANI NEL MONDO

IL MAGGIO DEGLI ITALIANI NEL MONDO

ROMA – focus/ aise – Parte già da ora l’organizzazione delle iniziative previste per la fine dell’estate, come il viaggio studio che l’Associazione “Familia Abruzzesa de Rosario”, Argentina, sta organizzando a Vasto per settembre. Un viaggio che ha l’obiettivo di conoscere l’Italia - e l’Abruzzo in particolare - attraverso la cultura, la lingua, le tradizioni, il gusto e l’enogastronomia. Durante il soggiorno di due settimane, gli alunni - che alloggeranno in alberghi tra Vasto e Vasto Marina - visiteranno l’Abruzzo e alcune delle città d’arte più importanti d’Italia, Roma, Napoli, Sorrento, Positano, Perugia, Assisi e la costa amalfitana. Ma non solo visite guidate. Saranno comprese, infatti, lezioni di lingua italiana per tutti i livelli.
In Australia, il 28 aprile scorso, l’associazione Australia Donna ha festeggiato il ventesimo anniversario in compagnia di amici e sostenitori nella splendida cornice della foresta di eucaliptus alle pendici delle colline di Adelaide, nel Sud del Paese.
Durante l’evento la presidente Daniela Costa ha ricordato che l’associazione è stata pioniera nella creazione del sito bilingue Australia Donna che, nell’arco di 20 anni, ha messo in rete una ricca raccolta di storie di vita e testimonianze di donne delle loro esperienze nel vivere a cavallo di generazioni, di due lingue e culture.
Australia Donna ha reso omaggio alle donne di origine italiana per il loro straordinario apporto al patrimonio culturale della società italo-australiana. L’Italian Folk Ensemble, che da oltre 40 anni ricerca ed esegue canti tradizionali e popolari di tutte le regioni italiane attraverso i secoli, è stato ospite speciale dell’evento con un programma dedicato alle donne. Il repertorio ha spaziato dai canti tradizionali come “Picchia picchia la porticella” e “Dove vai bella Fantina” ai canti del movimento femminile come “Bella Ciao delle mondine” e “La Lega”.
A completare il successo dell’evento, nel piacevole tepore autunnale, vi sono stati la tradizionale torta, caldarroste, vin brulè e deliziosi prodotti locali. È infine del 21 maggio la visita della delegazione del “Ducato dei vini friulani” alla Società Friulana di Buenos Aires per diffondere la nobiltà della storia del proprio territorio e del suo prodotto più importante: il vino. Il “Ducato” è nato nel 1972 a Cividale del Friuli, ed è costituito da enologi specialisti, intellettuali, artisti e giornalisti coscienti del fatto che il vino friulano rappresenti un prodotto d’eccellenza da far conoscere ad un pubblico ampio. I legami stretti mantenuti tra i friulani e gli immigrati italiani nel mondo hanno generato incontri enogastronomici in 5 continenti, rimarcando le origini dei migranti e facendo conoscere l’eccellenza enologica nei luoghi dove hanno scelto di vivere. Così sono nate le “Contee” del vino friulano a Toronto, Roma, Hong Kong e Malta e le Delegazioni a Roma, New York, Milano e Lugano. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi