"ITALY KENYA" AL KILILI BAHARINI: UNA SCOMMESSA VINTA - DI FREDDIE DEL CURATOLO

"ITALY KENYA" AL KILILI BAHARINI: UNA SCOMMESSA VINTA - di Freddie del Curatolo

MALINDI\ aise\ - “Sponsorizzare un evento culturale in bassa stagione a Malindi era sicuramente una scommessa. Scommessa su cui l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi ed il suo reggente, l'Ambasciatore d'Italia in Kenya Alberto Pieri, hanno voluto puntare per regalare un appuntamento di coesione, piacere e condivisione alla comunità italiana della costa e alle altre presenti a Malindi e dintorni, e che è stata sicuramente vinta. La serata "Italy Kenya, an art music and poetry event" al Kilili Baharini Resort si è rivelata un successo di partecipazione, con più di cento persone presenti e una buona rappresentanza di keniani interessati, di inglesi e anche indiani”. A scriverne è Freddie del Curatolo su “malindikenya.net”.
“Nella splendida cornice del resort sulla spiaggia di Silversand, alla presenza del Console d'Italia a Malindi Ivan Del Prete e di alcune autorità locali nel campo della Cultura, gli invitati sono stati accolti dalle opere dell'artista concettuale Paolo Crescenti. La sua personale "Together" è quantomai attinente al tema dell'evento, mettendo in relazione alcune grandi opere dell'arte pittorica italiana con immagini contemporanee del Kenya, in un collage su tela che alterna contrasti a commistioni, positività e speranza, denuncia e contemplazione.
La mostra resterà visibile fino a fine mese nella living room del resort.
Nello spazio coperto a bordo piscina le performance musicali sono state aperte dal pianista e cantante Marco "Sbringo" Bigi, ormai malindino d'adozione dopo anni di esperienze importanti tra orchestre Rai e gruppi musicali, colonne sonore e televisive. Un protagonista eclettico e di classe che ha riletto alcuni classici italiani in chiave swing.
Doveroso in un happening rappresentativo dell'attività artistica e didattica di alcuni italiani a Malindi, ospitare la Pro Guitar Academy del Maestro Paolo Maria Palmitessa, che ha permesso a due dei suoi allievi keniani di esibirsi davanti ad un folto ed interessato pubblico, mostrando i progressi che questi ragazzi stanno facendo. Una menzione particolare per Safari, ragazzo autistico che grazie alla chitarra sta crescendo e migliorando sotto tanti punti di vista. Palmitessa ha avuto modo anche di mostrare il suo talento di chitarrista in duo con Bigi, eseguendo due standard jazz in chiusura dell'evento.
"Italy Kenya" è stato anche l'occasione per presentare ufficialmente l'iniziativa di Malindikenya.net insieme alla Malindi District Cultural Association (MADCA) di raccogliere le poesie del più grande poeta giriama vivente, Kazungu Wa Hawerisa, e farle tradurre dalla lingua originale della costa (attraverso l'inglese) in italiano da uno dei più importanti poeti di casa nostra, il Premio Montale 2017 Mauro Macario, figlio dell'indimenticato attore comico.
L'operatore culturale e leader della Mijikenda Jazz Band Katoi Wa Tabaka ha letto l'intensa poesia "Tribalismo" in giriama e Freddie del Curatolo l'ha recitata in italiano. Si spera che presto questa raccolta possa diventare un libro.
Alla fine della serata, a sorpresa, ha fatto la sua comparsa anche Kazungu Wa Hawerisa in persona, insieme ad una rappresentanza dei MADCA con il loro gruppo folkloristico e nello spazio della mostra, davanti alle opere di Crescenti, hanno dato vita ad un mini-spettacolo di danze etniche al suono dei tamburi. Un degno finale per un evento inclusivo ed interessante premiato da una partecipazione numerosa, per la quale ringraziamo tutti i connazionali che hanno risposto all'invito dell'Istituto Italiano di Cultura e per i tanti attestati di gradimento e di stima che stanno giungendo al nostro portale”. (aise)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi