LA PUGLIA TRA LE 4 REGIONI PROTAGONISTE DELLA "GUIDA AL TURISMO DELLE RADICI"

ROMA\ aise\ - La Puglia è tra le quattro Regioni protagoniste, insieme a Basilicata, Abruzzo ed Emilia Romagna, della "Guida al Turismo delle Radici", progetto promosso dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’Associazione Raiz Italiana e che si avvale anche della collaborazione dell’ENIT.
La Guida, che sarà pubblicata in tre edizioni (Italiano/Inglese, Italiano/Spagnolo e Italiano/Portoghese), è stata presentata ieri a Roma alla Farnesina e si pone come obiettivo quello di stimolare la conoscenza dei luoghi di origine alle nuove generazioni di italiani all’estero e agli italo-discendenti attraverso una serie di itinerari.
All’evento sono intervenuti Luigi Maria Vignali, direttore generale per gli Italiani all’Estero, Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo dell’ENIT, e rappresentanti del Dipartimento del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, delle Regioni Emilia Romagna e Puglia e dell’Associazione Raiz Italiana. A rappresentare la Regione Puglia - Pugliapromozione Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale.
"Ciascuno di noi quando sceglie una meta non lo fa soltanto per vedere dei luoghi, ma soprattutto per provare nuove emozioni, entrare in contatto con abitudini e modi di vivere diversi, magari antichi, e cercare di trovare nei luoghi i racconti dei nonni", ha affermato l’assessore Capone. "E questo è ancora più vero per i milioni di italiani all’estero e in particolare di pugliesi che rappresentano un potenziale straordinario per stimolare il turismo delle radici, con possibili ricadute positive sulle economie dei luoghi interessati e sul rafforzamento dei rapporti delle comunità pugliesi all’estero con l’Italia".
"I pugliesi nel mondo non sono solo i migliori ambasciatori della Puglia", ha sottolineato Capone, "ma anche coloro fra i potenziali turisti che più di tutti aspirano a tornare. Ecco che, allora, raccontare il fascino della Puglia, valorizzare e raccontare le nostre comunità e tutto ciò che rappresentano, ovvero un mix unico e straordinario di legami, radici, storie, è indispensabile non soltanto per tenere viva la memoria dei nostri luoghi, ma anche per promuoverli nel mondo", ha detto l’assessore.
"La Puglia, con un avviso rivolto alle Associazioni dei Pugliesi nel Mondo per promuovere la regione e, nello stesso tempo, mantenere vivo il legame con la Puglia, ha scelto di scommettere su questa narrazione", ha concluso Capone, "per arrivare al cuore dei suoi turisti e farli sentire cittadini temporanei". (aise)