L'AICS PER I BAMBINI DELL'AFRICA

L

ROMA – focus\aise\ - Spesso i progetti dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo si concentrano sulle fasce più deboli della popolazione, come dimostrano due iniziative realizzate nei giorni scorsi in Africa, in particolare in Uganda e Tanzania.
La distribuzione di giocattoli raccolti in Italia ai piccoli pazienti dell’Uganda Cancer Institute di Kampala ha concluso l’iniziativa con cui l’Ambasciata d’Italia ha celebrato la giornata internazionale per la lotta ai tumori infantili. A fianco dell’ambasciatore Domenico Fornara, erano presenti il vice ministro della Salute Joyce Moriku Kaducu e una delegazione dell’associazione italiana AFRON – Oncologia per l’Africa, che ha curato l’iniziativa dal titolo "Smiling Toys". Il governo ugandese ha messo in campo una serie di interventi insieme a partner internazionali e della società civile per combattere la mortalità infantile ed insistere sull’importanza della prevenzione. L’ambasciatore Fornara si è soffermato sull’impegno della Cooperazione italiana al fianco dell’Uganda con programmi di sostegno al sistema sanitario nazionale, evidenziando il ruolo che in questa lotta svolgono le Ong italiane. Tra queste AFRON – Oncologia per l’Africa, che da oltre nove anni è impegnata nella promozione di una cultura della prevenzione e di campagne di screening dei tumori infantili e femminili in Uganda, e di recente anche in Ruanda. Un impegno per il sostegno al settore sanitario ugandese che è stato riconosciuto dalla Ministra Kaducu nel suo intervento conclusivo. La giornata si è conclusa con un ricevimento offerto dall’ambasciatore presso la Residenza d’Italia.
Quanto alla Tanzania, il 14 febbraio si è svolta la cerimonia d'inaugurazione del centro di riabilitazione per bambini con disabilità "Kila Siku", finanziato dall'AICS e realizzato dalla ONG italiana Comunità Solidali nel Mondo, partner del CEFA nell'ambito del progetto "All Inclusive: Intervento multi-settoriale a sostegno dell'integrazione delle persone con disabilità nella regione di Dar es Salaam". Collocata in un’area messa a disposizione dalla Congregazione "Suore della Carità Immacolata Concezione D'Ivrea" nel distretto di Kinondoni, la struttura dispone di spazi appositamente allestiti ed attrezzati per accogliere soggetti con disabilità interventi socio-educativi, socio-riabilitativi e assistenziali, mirati al miglioramento della qualità della vita del minore con disabilità e della sua famiglia. All'interno del centro sarà operativa un'equipe multidisciplinare, composta da diverse figure professionali formate nel corso del progetto: fisioterapisti, educatori, assistenti sociali, pedagogisti e personale sanitario. A oggi, sono 181 i bambini per i quali è stata richiesta assistenza A presiedere alla cerimonia d'inaugurazione, il ministro della Sanità tanzana Ummy Mwalimu e l’ambasciatore d’Italia Roberto Mengoni, in presenza del personale di progetto insieme a tanti genitori e bambini con disabilità. Nel suo intervento il ministro Mwalimu ha espresso sincera gratitudine per l'impegno della cooperazione italiana a favore della tutela della salute in Tanzania, elogiando il contributo tangibile e concreto allo sviluppo del sistema sanitario della Tanzania e, in particolare, il ruolo rivestito dal centro al fine di dare risposte qualificate ai bisogni di migliaia di bambini e concorrendo, in tal modo, a colmare una grave lacuna che a oggi si registra nell'assistenza sanitaria. Il progetto "All Inclusive" persegue il potenziamento dell'efficacia del sistema sanitario tanzano in materia di disabilità, migliorando le condizioni economiche delle persone con disabilità e dei loro familiari, attraverso la promozione di corsi di formazione professionale e programmi di inserimento lavorativo per l'inserimento sociale dei bambini con disabilità nelle scuole; il progetto sensibilizza gli insegnanti su tematiche relative all'inclusione dei bambini disabili ivi inclusa l'apposita formazione di insegnanti d'educazione fisica al fine di incoraggiare la partecipazione degli allievi con disabilità alle attività socio-educative. (focus\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi