L'AMBASCIATORE CUTILLO ALLA SETTIMANA DEGLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE (SDGS) ORGANIZZATA DA UN ALBANIA

L

ARGIROCASTRO\ aise\ - In occasione della settimana degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), United Nations in Albania ha organizzato, nella città di Argirocastro diverse conferenze. Il sindaco della città Flamur Golemi e il prefetto Astrit Aliaj hanno aperto i lavori insieme a Brian J. Williams, coordinatore residente delle Nazioni Unite in Albania e capi delle agenzie delle Nazioni Unite residenti in Albania. L'ambasciatore italiano, Alberto Cutillo, è stato invitato dalle Nazioni Unite in Albania come ospite d’onore di questo evento.
I risultati e le sfide dei nostri tempi e il ruolo degli individui nel fare la differenza sono stati ripresi dall'ambasciatore Cutillo nel suo intervento di apertura: “gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono una sfida che riguarda tutti: i governi, ma anche le persone, perché le nostre scelte possono fare la differenza”.
Cutillo ha poi ricordato l’impegno costante dell’Ambasciata e di AICS Tirana nell’affrontare questa sfida. Molti, ha ricordato, sono i progetti svolti sul territorio e l’obiettivo, in linea con gli OSS/SDGs 8 e 11, è quello di trasformare ciò che il territorio albanese offre in un bene fruibile per tutti e, di conseguenza, offrire opportunità di lavoro sfruttando la ricchezza culturale e formare i giovani affinché siano in grado di cogliere queste opportunità, promuovendo in questo modo una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro dignitoso per tutti.
Cutillo ha presentato agli altri ospiti alcuni dei progetti più recenti. Tra questi, i prodotti del Marchio “Made with Italy” della zona presso il negozio Edua che si occupa della crescita socioeconomica delle aree rurali albanesi valorizzando le risorse e tipicità dei territori, in particolar modo delle comunità più povere; e il progetto di sviluppo e promozione del sito Archeologico di Antigonea che vede coinvolte l’Università di Macerata, AICS Tirana e l’Ambasciata stessa.
Nel corso della giornata si sono svolti altri eventi tra cui UNWOMEN, in collaborazione con INSTAT e, UNICEF, con i bambini della scuola secondaria "Koto Hoxhi” che l'UNHCR ha invitato a visitare un centro che offre alloggio temporaneo ai richiedenti asilo con esigenze specifiche in cerca di protezione. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi