L'AMBASCIATORE VARRICCHIO A NEW YORK PER "BORDERS: A FLASH OF NEW ITALIAN FASHION"

L

NEW YORK\ aise\ - L'ambasciatore d'Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio, ha partecipato il 16 maggio scorso all'inaugurazione dell’iniziativa "Borders: a Flash of New Italian Fashion", promossa in collaborazione con il Consolato Generale d'Italia, l'Ufficio ICE di NY e la Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI).
L’iniziativa ha inteso presentare, in una cornice di eccezione, nuovi brand, giovani designer, tendenze innovative, parte integrante di un settore che vanta una lunga tradizione ed immerso pienamente nel futuro.
Con questo progetto, inoltre, CNMI ha messo in luce le relazioni tra la moda italiana e altre forme di espressione quali musica, arte e design, e evidenzia gli aspetti più moderni, innovativi e meno conosciuti dell'industria della moda in Italia.
Allestita sulla High Line di New York, un parco pubblico, simbolo di innovazione, sostenibilità e apertura, la mostra è stata allestita per l'intera giornata di venerdì 17 maggio.
"Borders: a Flash of new Italian Fashion", ha sottolineato l'ambasciatore Varricchio, "porta i marchi di fabbrica italiani da una capitale della moda ad un'altra. Design, sostenibilità, creatività e stile, tutti racchiusi in un unico evento. Un'iniziativa che mette in evidenza la collaborazione tra città, imprese e individui che contribuiscono ad infondere sempre nuova linfa in un settore dinamico come quello della moda e arricchiscono i rapporti tra Italia e USA".
L’Italia è il primo esportatore verso gli USA nel settore della moda di alta qualità. Con circa 9 miliardi complessivi, la moda italiana rappresenta una delle principali voci dell’export negli Stati Uniti.
All'inaugurazione hanno partecipato anche il console generale, Francesco Genuardi, il direttore dell'ICE di NY, Maurizio Forte, e il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa. (aise)


Newsletter
Archivi