"L’ARTE DI COPIARE": ACQUERELLI DEI DIPINTI NELLE TOMBE ETRUSCHE IN MOSTRA A STOCCOLMA

"L’ARTE DI COPIARE": ACQUERELLI DEI DIPINTI NELLE TOMBE ETRUSCHE IN MOSTRA A STOCCOLMA

STOCCOLMA\ aise\ - "L’arte di copiare – Acquerelli dei dipinti nelle tombe etrusche a cavallo del 19° secolo" è la mostra che si terrà dal 31 gennaio al 2 giugno al Medelhavsmuseet di Stoccolma, per iniziativa dell’Istituto Italiano di Cultura e con la collaborazione dello stesso museo e dell’Istituto Svedese di Studi Classici.
In mostra 25 acquerelli realizzati tra il 1987 e il 1910 nell’ambito di un progetto guidato dal pittore italiano Alessandro Morani. Gli acquerelli illustrano i dipinti presenti nelle tombe etrusche datate tra il 7° e il 3° secolo a.C.
In alcuni casi, le tombe etrusche più ricche erano decorate con dipinti raffiguranti scene di vita quotidiana o il passaggio all’aldilà, che offrono una visione unica della straordinaria cultura degli Etruschi e della loro visione della vita e della morte. Molte delle tombe scoperte nel corso del 19° secolo hanno riportato alla luce alcuni di questi dipinti, se pur in stato lacunoso, che furono poi copiati intorno alla fine del secolo da diversi artisti. Tale documentazione costituisce ancora oggi una documentazione unica e preziosa dell'interno delle tombe etrusche, dal momento che molti dei dipinti originali sono oggi in parte o del tutto perduti. Dal 2014, inoltre, le Necropoli etrusche di Tarquinia e Cerveteri sono incluse nella UNESCO World Heritage List.
Gli acquerelli in mostra furono realizzati come materiale preparatorio per copie in scala dei dipinti per il Ny Carlsberg Glyptotek Museum a Copenhagen e sono parte di una più ampia collezione di acquerelli proveniente dall’Istituto Svedese di Studi Classici di Roma, che la acquisì nel 1945. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi