L’EMILIA ROMAGNA AL FIANCO DEL SENEGAL PER LA TRASFORMAZIONE SOCIALE

L’EMILIA ROMAGNA AL FIANCO DEL SENEGAL PER LA TRASFORMAZIONE SOCIALE

BOLOGNA\ aise\ - "Cooperazione e trasformazione sociale in Senegal: dall'esperienza, idee per uno sviluppo possibile" è il titolo del convegno che si terrà giovedì prossimo, 28 marzo, all'università di Parma.
Dal 2008 il Centro universitario per la cooperazione internazionale di Parma ha creato una rete territoriale di cooperazione internazionale promossa e coordinata dall’associazione Mani, alla quale partecipano anche il Comune di Ravenna, il Comune di Collecchio e il Comune di Parma insieme a diversi partner del territorio. Dal 2009, la rete lavora con l’ong senegalese FEEDA (Femmes, Education, Eau et Développement en Afrique) alla progettazione e realizzazione di progetti di sviluppo co-finanziati principalmente dalla Regione.
Si tratta di progetti di sviluppo umano centrati in modo particolare sulla popolazione femminile, nei quali l'università garantisce una supervisione scientifica e promuove lo scambio di saperi e di competenze. Oggi è possibile osservare ricadute importanti dei progetti in termini di sviluppo comunitario e benessere, grazie al consolidamento della capacità di resilienza delle comunità povere e fragili nei settori della sicurezza alimentare, della salute, dell’istruzione e dell’uguaglianza, che contribuiscono a contrastare lo spostamento dei giovani lungo le rotte della migrazione.
Dopo 10 anni di attività e in concomitanza con la presenza in Italia della presidente di FEEDA, Bineta Gueye, verranno presentati gli esiti di questa lunga collaborazione a colleghi, partner, cittadinanza, rappresentanti della Regione e dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi