L’ESTATE DEL MADE IN ITALY

L’ESTATE DEL MADE IN ITALY

ROMA – focus/ aise - Paesaggio, testimone del Valore comunitario. È il tema portante della 10^ edizione della Festa Nazionale dei Borghi Autentici d'Italia che quest’anno si terrà a Barrea, in provincia de L’Aquila dal 30 agosto al 1° settembre. A presentare la tre-giorni, a Roma, sono stati i rappresentanti della Regione Abruzzo, dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia, del Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise e il sindaco di Barrea. A Gianfilippo Mignona, vice presidente associazione Borghi Autentici d’Italia, il compito di presentare il progetto nazionale. “L’Associazione Borghi Autentici d’Italia copre 370 territori, in 17 regioni italiane con 1 milione di cittadini”, ha spiegato. “Le comunità locali sono i veri agenti di promozione del territorio. L’evento di Barrea è una tappa simbolica in un momento di congiunzione tra le criticità storiche delle aree interne e le opportunità di sviluppo legate alla ricerca crescente della cultura del cibo e della qualità della vita. Il 2019 è l’anno del turismo lento di cui Barrea ne è un esempio. Rinunciare a ritmi frenetici a favore di quelli lenti per scoprire gli scorci dei borghi, gustare i sapori e riflettere sulla tradizione e la cultura dei luoghi”. Direttore del Dipartimento Turismo Cultura e Paesaggio della Regione Abruzzo, Francesco Di Filippo nel suo intervento ha sottolineato che “la ricerca dell’esperienza e un turismo che funzioni tutto l’anno, sono gli obiettivi della Regione Abruzzo. Nei borghi c’è il vero lifestyle italiano ricercato dagli stranieri e riscoperto da molti giovani che scelgono di vivere praticando i mestieri tradizionali. Fare rete, fare formazione e sfruttare le tecnologie del web sono le strade per valorizzare e far conoscere i borghi dell’Abruzzo. Il tema del paesaggio testimonia la crescita culturale dei borghi. Il paesaggio è oggi un elemento dinamico insieme alle nuove attività riscoperte proprio dai giovani”. La parola è quindi passata a Mauro Febbo, assessore al Turismo della Regione; “siamo felici di essere rientrati in questa manifestazione di valenza nazionale”, ha detto Febbo. “Oggi l’Abruzzo annovera 75 Borghi di cui 46 sono Borghi Autentici, a testimonianza del valore che la Regione attribuisce a questi luoghi. I Borghi, infatti, sono fondamentali anche per il comparto industriale perché mantengono le tradizioni e la cultura dell’enogastronomia a difesa dell’agricoltura svantaggiata. Quest’anno la nostra regione si fregia del marchio di balneabilità dei due laghi di Barrea e Scanno, un lasciapassare per il turismo di qualità e di sport acquatici”. Dal 30 agosto al 1° settembre l’Abruzzo, regione dai tanti borghi, scrigno di storia e natura, intende mostrare il proprio saper fare e le tradizioni identitarie dei suoi luoghi attraverso tre giorni di cultura, natura, enogastronomia e intrattenimento tra i suggestivi scorci del borgo di Barrea. Collocato nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, uno dei Parchi più antichi d’Italia, Barrea è vessillo dei Borghi Autentici d’Italia per il 2019. "La Ciclovia della Magna Grecia" è il nome del progetto condiviso tra Regione Calabria (ente capofila), Regione Basilicata e Regione Siciliana che nell'aprile 2019 ha ottenuto il via libera definitivo dal Ministero delle Infrastrutture, entrando a far parte dell'elenco delle dieci piste ciclabili che dovrebbero unire tutta l'Italia del pedale. Sono oltre mille chilometri da percorrere in bicicletta attraversando i territori che furono trasformati dalla cultura e dai popoli della Magna Grecia. Il percorso partirà dalla Basilicata, entrerà in Calabria dal lato Tirrenico, a Maratea, scenderà fino a Reggio Calabria per poi prendere due strade diverse: una risalirà la Calabria dal versante ionico fino a Metaponto; l'altra riprenderà da Messina e si spingerà fino a Pozzallo, toccando Catania, Siracusa e Pachino. In Calabria è previsto anche un collegamento trasversale tra versante ionico e tirrenico in corrispondenza dell'istmo Catanzaro Lido - Lamezia Terme. Gli interventi sono stimati in oltre 200 milioni di euro. Dall’Italia ci spostiamo all’estero. Nata con l’obiettivo di celebrare lo stile italiano – specialmente in cucina – e di ricreare l’atmosfera, i luoghi e gli odori italiani nelle strade di Manchester, una delle più importanti città del Nord Ovest dove è presente una grande comunità italiana con un forte attaccamento alla loro cultura, “Festa Italiana Salvi” è tornata dal 26 al 28 luglio nei “Chathedral Gardens”, al centro di Manchester . La “Piazza” è stata il cuore del festival e ha incluso qualsiasi attrazione ed evento, dai produttori più conosciuti, i ristoranti, le masterclass e le dimostrazioni, gli stand per lo streetfood e una selezione di bar che hanno venduto birre italiane e cocktail intrattenendo il pubblico con delle esibizioni di alcune band italiane tradizionali. Altri eventi ci sono stati in tutta la città creando così un festival che h rappresentato tutti gli aspetti legati alla tradizione e alla storia della cucina Italiana a Manchester. Quest’anno l’ospite d’onore è stato Gennaro Contaldo, uno dei più amati chef del Regno Unito nonchè mentore italiano di Jamie Oliver. Il festival è stato creato da Maurizio Cecco, napoletano e grande pioniere per la città di Manchester nella quale ha aperto “Salvi”, il suo ristorante Italiano. Il festival ha lo scopo di portare un pezzo della vera vita e cucina napoletana a Manchester usando i migliori ingredienti importati direttamente da Napoli ogni settimana. Partner ufficiale della Festa Italiana Salvi è la Camera di Commercio Italiana per l’industra per il Regno Unito. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi