"L’INDIFFERENZA NATURALE": ALL’IIC DI SYDNEY UN INCONTRO CON LA POESIA DI ITALO TESTA

"L’INDIFFERENZA NATURALE": ALL’IIC DI SYDNEY UN INCONTRO CON LA POESIA DI ITALO TESTA

SYDNEY\ aise\ - Riparte la stagione culturale dell’Istituto Italiano di Cultura di Sydney, con una serata dedicata alla Poesia.
L’occasione è dettata da un viaggio a queste latitudini del poeta piacentino Italo Testa, a seguito di un invito come visiting professor ricevuto dalla University of NSW per coordinare un convegno di filosofia su naturalismo e società.
Tra le voci più riconosciute della nuova poesia italiana, Italo Testa discuterà del suo lavoro poetico con Valentina Gosetti e Alice Loda e leggerà testi a partire dalla sua ultima raccolta "L’indifferenza naturale". L’evento si terrà il 31 gennaio alle ore 18.00 nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura, al 125 di York Street, con ingresso gratuito.
Poeta e filosofo, animatore di riviste di critica militante e lit-blog, Testa ha all’attivo diverse raccolte di poesia che hanno ricevuto numerosi premi, tra cui il premio Eugenio Montale e il premio Dario Bellezza. Nella poesia di Italo Testa, come scrive Fabio Pusterla, "un grande fondale naturale accoglie senza neppure avvedersene il desiderio di felicità dell’esistenza, il suo tentennare tra pieno e vuoto. Come un grande linguaggio segreto e perturbante, sommosso tuttavia dalla tensione dello sguardo".
In quest’occasione Testa ripercorrerà gli scenari della sua opera poetica, fatta di lande di transito e lagune, piante pioniere e terreni incolti. Punteggiata da una fitta presenza animale e vegetale, da detriti industriali e residui minerali, la poesia di Italo Testa, dalla seminale raccolta "La divisione della gioia" (Transeuropa 2010) sino ai più recenti "Tutto accade ovunque" (2016) e "L’indifferenza naturale" (2018), riflette costantemente sulle trasformazioni del paesaggio contemporaneo ed è attraversata da un costante dialogo con i linguaggi della video-art, del cinema, della musica e dell’arte figurativa.
Italo Testa (1972), poeta, saggista e critico, vive a Milano e insegna filosofia teoretica all’Università di Parma. Tra i suoi libri di poesia: L’indifferenza naturale (Marcos y Marcos, 2018), Tutto accade ovunque (Aragno, 2016); I camminatori (Premio Ciampi – Valigie Rosse, 2013), La divisione della gioia (Transeuropa, 2010) Biometrie (Manni, 2005). Ha ricevuto i premi Eugenio Montale e Dario Bellezza per l’inedito. Sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, spagnolo e cinese. E’ antologizzato nell’antologia di poesia europea Grand Tour. Eine Reise durch die junge Lyrik Europas (Hanser, 2019). Co-direttore della rivista di poesia, arti e scritture L’Ulisse, è redattore del lit-blog leparoleelecose. Cura presso l’accademia di Belle arti di Brera il laboratorio da>verso: transizioni arte-poesia, dedicato all’interazione tra linguaggi multimediali e arte contemporanea, e la collana di multipli d’arte coincidenze. In collaborazione con Paul Vangelisti e l’Otis College of Design and Art cura la rivista poster 2x2. Ha pubblicato numerosi saggi e volumi di filosofia contemporanea e teoria critica, tra i quali Teorie dell’argomentazione (Bruno Mondadori, 2005), Ragione impura (Bruno Mondadori, 2006), La natura del riconoscimento (Mimesis, 2010), I that is We, and We that is I (Brill, 2016). (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi