SERVIZI CONSOLARI E DINTORNI

SERVIZI CONSOLARI E DINTORNI

ROMA – focus\aise – Novità presso diversi Consolati che questa settimana hanno attivato nuovi servizi rivolti ai connazionali all’estero.
A Lisbona presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia è ora possibile effettuare il pagamento elettronico delle tasse consolari attraverso l’utilizzo del bancomat (Multibanco). Ad annunciare il nuovo servizio è la stessa Ambasciata, che però segnala la contestuale applicazione di alcune maggiorazioni alle tariffe consolari. Per ciascuna transazione fino a 50 euro sarà applicata una maggiorazione di 0,50 euro, per transazioni da 51 a 100 di 1,10 euro, da 101 a 200 di 2,20 euro e da 201 a 300 di 3,30 euro. L’utilizzo della modalità di pagamento tramite bancomat, precisa infine l’Ambasciata, sarà possibile solo per importi a partire da 5 euro.
In un’ottica di miglioramento dei servizi offerti all’utenza, l’Ambasciata d’Italia a Chisinau in Moldova ha installato un nuovo centralino telefonico che, oltre a fornire informazioni generali, instrada le chiamate verso i vari uffici. I numeri restano invariati: il centralino risponde sempre allo 022 266720 oppure 0037322266720 se si chiama dall'Italia.
A Basilea il Consolato ricorda che il Ministero degli Affari Esteri ha avviato il programma FAST IT per l’iscrizione e il cambio di indirizzo AIRE online. Il portale è in continua evoluzione e al momento è disponibile per le nuove iscrizioni AIRE e i cambi di indirizzo che avvengono nella stessa circoscrizione consolare (Esempio: da Basilea ad Argovia, da Soletta a Jura, da Argovia a Soletta etc.). A breve, però, sarà possibile effettuare anche il cambio di indirizzo ad una circoscrizione consolare diversa da quella di appartenenza (ad esempio da Zurigo a Parigi, da Barcellona a Basilea, etc.). Il portale può essere utilizzato da cittadini che non abbiano mai ottenuto un servizio consolare a Basilea e che non siano mai stati iscritti nello schedario della Sede; persone che vivevano in Svizzera, che poi sono rimpatriate o trasferite in altri paesi e tornate successivamente a vivere in Svizzera non possono fare richiesta on-line di iscrizione AIRE ma devono inviare la domanda tramite gli abituali canali di posta ordinaria o e-mail.
Spostiamoci in Nuova Zelanda. Qui, avverte l’Ambasciata d’Italia a Wellington, dal 9 luglio al 9 ottobre il console onorario ad Auckland, Lindsey Jones, sarà assente. Durante tale periodo dunque "per assistenza di natura consolare" si potrà contattare direttamente l’Ambasciata all’indirizzo email wellington.cons@esteri.it. Per coloro che durante il suddetto periodo avessero urgente bisogno di presentare richiesta di nuovo Passaporto italiano, sarà possibile prenotare un appuntamento per l’acquisizione dei dati biometrici ad Auckland nelle giornate del 19 luglio, 16 agosto e 16 settembre. L’acquisizione sarà effettuata da Bernadette Luciano, corrispondente consolare protempore, presso la University of Auckland, Arts 2 Building (School of Cultures Languages and Linguistics), al n.18 di Symonds Street, Level 3, Office 318 (parcheggio più vicino: University of Auckland, Owen Glenn Building, 12 Grafton Road, Auckland). Tutti coloro che volessero approfittare di tale servizio sono pregati di prenotare un appuntamento tramite il sistema di prenotazioni online dell’Ambasciata. In alternativa sarà sempre possibile prenotare un appuntamento per il rilascio di un nuovo Passaporto presso l’Ambasciata d’Italia a Wellington.
Infine uno sguardo al Sud America, dove in una nota ufficiale il Consolato Generale d'Italia in La Plata ricorda a tutti gli utenti che il servizio Prenota Online è completamente gratuito. In nessun caso, ribadisce il Consolato, è previsto un costo per la prenotazione di un appuntamento per usufruire dei servizi consolari. A fronte di episodi precedentemente segnalati, il Consolato invita dunque tutti gli utenti a rifiutare qualsiasi offerta da siti web, agenzie di intermediazione o persone che asseriscano di essere capaci di prenotare un appuntamento a nome dell’interessato in cambio di un pagamento. "Non esiste nessun collegamento fra il Consolato e qualsiasi sito web, agenzia o persona che assicuri l’ottenimento di un turno", sottolineano ancora da La Plata, invitando gli utenti che abbiano notizia di tali pratiche ad informarne tempestivamente il Consolato al fine di formulare le corrispondenti denunce. (focus\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi