SICUREZZA ALIMENTARE NEI CAMPI PROFUGHI SAHARAWI: SE NE PARLA A BOLOGNA

SICUREZZA ALIMENTARE NEI CAMPI PROFUGHI SAHARAWI: SE NE PARLA A BOLOGNA

BOLOGNA\ aise\ - Appuntamento a Bologna mercoledì 2 ottobre, dalle 15.30 alle 18.30 (nell'Aula magna di viale Aldo Moro 30), per incontrare due rappresentanti della Repubblica araba Saharawi democratica e approfondire il tema della sicurezza alimentare nei campi profughi.
Grazie al progetto “Cibo e lavoro: autoprodurre con dignità”, sono stati raggiunti risultati concreti, di cui parleranno i protagonisti: Movimento Africa 70, in collaborazione con Nexus ER, Veterinari Senza Frontiere Italia, Associazione Salam, Università di Milano, Anci Toscana e Regione Emilia-Romagna.
Nei campi profughi algerini si sta infatti concludendo un intervento di durata triennale, cofinanziato dall’Agenzia italiana di cooperazione allo sviluppo, che ha l’ambizioso obiettivo di migliorare le produzioni locali di alimenti, rendendo autonomi dagli aiuti esterni i 175.000 rifugiati Saharawi, che vivono in un contesto desertico e di esilio da oltre 40 anni.
Il seminario internazionale sarà l'occasione per approfondire diversi aspetti del progetto e dare conto dei risultati, alla presenza di due illustri esponenti del Ministero di Salute pubblica e del Ministero dello Sviluppo economico della Repubblica araba Saharawi democratica e di numerosi esperti che hanno seguito il progetto. I risultati sono frutto della sinergia tra diversi attori che uniscono, con un obiettivo comune, il mondo del no profit, istituzioni pubbliche, università e società civile. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi