80 contrattisti per le sedi estere: la Camera approva l’emendamento di La Marca (Pd)

ROMA\ aise\ - “L’efficienza e la qualità dei servizi assicurati ai nostri connazionali sono state sempre una priorità del mio lavoro parlamentare. Con l’aumento costante degli iscritti AIRE e l’altrettanto costante diminuzione del personale nelle strutture estere il disagio è cresciuto e i tempi si sono allungati. Per uscire da queste difficoltà, che si sono aggravate per il freno delle attività nel periodo della pandemia, è necessario tornare ad assumere e sostenere chi, come i consoli onorari, presta il suo servizio nelle situazioni di maggiore distanza dai consolati”. Questo il commento di Francesca La Marca, deputata del Pd eletta in Centro e Nord America, all’approvazione del suo emendamento alla Camera che comporterà l’assunzione di altri 80 contrattisti destinata alle sedi estere e dunque a migliorarne l’efficienza.
“Nonostante le restrizioni anche finanziarie di questi tempi di crisi - ha affermato -, il mio emendamento è stato approvato. In forza di questo mio emendamento, forze fresche si aggiungono dunque a quelle esistenti, con prospettive di ulteriore miglioramento”.
“Con un altro emendamento di maggioranza - ha poi aggiunto -si è disposta nel prossimo triennio l’assunzione di altri 86 diplomatici e di altre 218 figure da inserire a tempo indeterminato nella II e III area funzionale”.
“Che in una condizione di generale difficoltà, come quella che stiamo vivendo, non si resti fermi e ci si impantani, ma si facciano passi in avanti - ha detto in conclusione - è un ottimo segnale di volontà di riscatto e di attenzione verso gli italiani all’estero, che della ripresa dell’Italia sono parte essenziale”. (aise)