BILLI (LEGA): TROPPI RITARDI SULLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE IN ITALIA

BILLI (LEGA): TROPPI RITARDI SULLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE IN ITALIA

ROMA\ aise\ - “Numerose novità legislative in ambito Proprietà Industriale in Europa anche in questo tragico momento” mentre “l’Italia è ferma al palo”. È quanto sostiene Simone Billi, deputato della Lega eletto in Europa, che, in una nota, elenca le novità in programma in Germania, Francia e Polonia.
“La Germania - spiega Billi – sta lavorando ad un progetto di modernizzazione del suo Codice Brevetti su tre fronti principali per semplificare e modernizzare la legge nazionale: introdurre il principio di proporzionalità per la contraffazione nei settori ad alta tecnologia, velocizzare le procedure di nullità di fronte alla Corte Federale dei Brevetti e introdurre il segreto durante i procedimenti di contraffazione”.
La Francia, invece, “ha promulgato una serie di misure per adattarsi alle nuove aspettative commerciali, in particolare una nuova procedura di opposizione al brevetto nazionale per rafforzarne la certezza giuridica e semplificarne la procedura di annullamento”. Quanto alla Polonia, “ha istituito Corti Specializzate in Proprietà Industriale in risposta alle crescenti esigenze del mercato e dei legali, inoltre ha istituito l’accertamento negativo della contraffazione ed ulteriori misure volte a migliorare l’ottenimento dei materiali di prova durante procedimenti di contraffazione”.
“In questo scenario, - osserva il deputato – noto con dispiacere come l’Italia sia ferma al palo ed il Governo non faccia nulla per preparare il Sistema Paese ad affrontare al meglio le sfide che ci troveremo di fronte, quando la crisi del coronavirus sarà finita così come invece stanno facendo i principali Paesi europei nostri concorrenti nel mercato globale che stanno migliorando i propri strumenti legislativi a supporto delle aziende nazionali e – conclude Billi – delle loro attività di ricerca e sviluppo”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi