BOSNIA-ERZEGOVINA: LA FARNESINA SULLA CHIUSURA DEL CAMPO DI ACCOGLIENZA DI LIPA

Bosnia-Erzegovina: la Farnesina sulla chiusura del campo di accoglienza di Lipa

ROMA\ aise\ - L’Italia “sta seguendo da vicino” la situazione che si è determinata in Bosnia-Erzegovina a seguito della chiusura del campo di accoglienza di Lipa. Ne dà notizia la Farnesina in una nota in cui ammette che “la condizione umanitaria dei migranti e richiedenti asilo che sono al momento privi di alloggio e di accesso ai servizi essenziali desta grande preoccupazione”.
Per questo, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha disposto uno stanziamento fino a 500.000 euro a favore della Croce Rossa che sta operando sul terreno ed ha chiesto alla Commissione Europea di attivarsi per alleviare le sofferenze delle persone coinvolte.
L'Italia, conclude la nota, “esorta le Autorità della Bosnia-Erzegovina, centrali e locali, a individuare con assoluta urgenza una soluzione che possa permettere la necessaria assistenza ai migranti e ai richiedenti asilo, soprattutto in considerazione delle attuali condizioni climatiche e delle difficoltà connesse alla pandemia Covid-19”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi